Dinami, a Soreto tutto pronto per la festa in onore di San Francesco – Video

Tra i ruderi dell’antica città attraversata dal Marepotamo l’evento organizzato dal parroco Rocco Suppa per rievocare il miracolo dell’attraversamento dello Stretto di Messina sul Santo mantello

Tra i ruderi dell’antica città attraversata dal Marepotamo l’evento organizzato dal parroco Rocco Suppa per rievocare il miracolo dell’attraversamento dello Stretto di Messina sul Santo mantello

Informazione pubblicitaria
I ruderi del convento francescano
Informazione pubblicitaria

La preghiera dell’Universo, unita alla preghiera dell’uomo, va verso Dio”. Parole semplici per un gesto semplice ma ricco di significato. Una preghiera che si ripete da centinaia di anni. Qui, in quella che fu Soreto di Dinami, dove il Mesima prende il nome di Marepotamo e migliaia di fedeli  ripetono quelle parole ogni anno nel giorno del primo maggio. Quando l’intera area si veste a festa per rinnovare le memorie storiche e religiose di San Francesco di Paola. Il protettore della Calabria. Ai piedi di quello che un tempo era un imponente convento francescano.

Informazione pubblicitaria

Così, domani, mercoledì primo maggio, nel quinto centenario della Canonizzazione di San Francesco di Paola, particolare festa con la partecipazione delle Confraternite e la Santa Messa solenne presieduta da don Aberto Antonio Abreu. Le celebrazioni, organizzate dal parroco di Dinami don Rocco Antonio Suppa, saranno precedute dall’apertura dell’abituale fiera e dalla benedizione dei cavalieri che giungeranno alle ore 10. Il tutto si svolgerà nello spazio verde attrezzato che circonda i ruderi del convento francescano risalente al XV secolo e intorno alla Chiesetta di San Francesco di Paola, progettata dal celebre architetto Salvatore Fiume