Carattere

L’opera del regista Alessandro Capomolla, ambientata proprio a Monterosso, conquista la giuria per “il racconto prorompente delle bellezze” del paese dell’Angitolano

Una veduta di Monterosso
Cultura

L’opera Moodswing, di Alessandro Capomolla, interamente girato a Monterosso, ha vinto nella serata di ieri il Festival “L’arte del corto”, promosso dall’amministrazione comunale del centro dell’Angitolano e giunta alla quarta edizione. La kermesse dedicata ai cortometraggi si è svolta nel teatro comunale alla presenza di un folto pubblico che ha assistito alla proiezione dei film in gara “Maierato” di Davide Manganaro; “La bambina e il gigante” (ambientato a Pizzoni) di Antonio Grande; “Moodswing”, premiato dalla giuria e, fuori concorso per la sezione film stranieri, di “Breeder” di Patrick Vella. Soddisfatto il sindaco e promotore dell’iniziativa Antonio Lampasi, ha così commentato: «La giuria è stata colpita dal modo prorompente con cui Capomolla ha raccontato le bellezze del paese».

Lacnews24.it
X

Seguici su Facebook