“Concerto d’inizio estate”, applausi a scena aperta per l’ensemble al femminile

La soprano Claudia Andolfi e le musiciste Alessandra Castelli, Assunta Gigantino e Patricia Musco hanno intrattenuto un pubblico attento nella manifestazione organizzata dalla Pro loco di Vibo Marina

La soprano Claudia Andolfi e le musiciste Alessandra Castelli, Assunta Gigantino e Patricia Musco hanno intrattenuto un pubblico attento nella manifestazione organizzata dalla Pro loco di Vibo Marina

Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria

Risuona ancora il canto del soprano Claudia Andolfi tra le arcate del piccolo Santuario “Stella Maris” vicino al porto di Vibo Marina. Accanto al suono limpido e brillante del flauto traverso di Alessandra Castelli, all’armonia creata dall’archetto vibrante sulle corde del violoncello di Assunta Gigantino, e con la melodia  soffiata nelle trecento canne del grazioso organo meccanico “Offner” posto nel 2013 nella Chiesa per la liturgia, suonato con grande sentimento da Patricia Musco. Un ensemble musicale d’eccellenza, composto da quattro validi maestri musicisti, tutte donne appassionate del loro strumento e dell’arte della composizione musicale, che ha regalato un evento di spessore culturale grazie all’impegno della Pro loco di Vibo Marina: il “Concerto d’inizio estate”, tenutosi ieri sera e che ha visto la partecipazione di un pubblico attento composto da cittadini, ospiti, rappresentanti di associazioni, comandanti Capitaneria di porto e Guardia di finanza Roan, rappresentanti di Questura e  Comune di Vibo Valentia con l’assessore alla Cultura e quello alle Attività produttive.

Informazione pubblicitaria

Per la Pro Loco è stata «un’occasione per augurare una buona estate a tutti i cittadini, a quanti giungeranno o ritorneranno nella cittadina per una vacanza o una breve sosta». Ma anche nel ricordo dell’alluvione del 3 luglio 2006, «per sollecitare ogni intervento necessario per dare un aspetto pulito e bello al nostro territorio, non facendo mancare i servizi necessari a cittadini e turisti»; e per «augurare un buon lavoro a quanti, talora non senza difficoltà, sono impegnati nel settore della balneazione, dei collegamenti marittimi, dei servizi alla nautica da diporto, della ricettività e ristoro, del commercio e promozione del territorio».