Arte, le pietre prendono vita grazie alle opere di Meri Valenti

Sassolini colorati e poggiati su supporti in legno disegnati appositamente per realizzare dei quadri. Una mostra a Tropea per mettere in vetrina l’originale tecnica utilizzata dall’artista vibonese

Sassolini colorati e poggiati su supporti in legno disegnati appositamente per realizzare dei quadri. Una mostra a Tropea per mettere in vetrina l’originale tecnica utilizzata dall’artista vibonese

Informazione pubblicitaria
Una delle opere di Meri Valenti
Informazione pubblicitaria

Dipingere delle pietre, posarle su un supporto in legno pensato appositamente e realizzare dei piccoli capolavori di creatività. Si chiama appunto “Arte delle pietre” ed è la tecnica utilizzata dall’artista vibonese Maria Rosaria “Meri” Valenti, che dall’8 al 14 luglio esporrà le sue opere alla galleria d’arte La fenice di Tropea, su corso Vittorio Emanuele. Si tratta di un qualcosa di originale: «Il mio intento – spiega l’artista, che ha già esposto a Roma, Milano, Ravenna, Cosenza e Vibo – è trasmettere positività e ottimismo al fruitore delle mie opere. Quando dipingo infatti mi rifugio in un mondo fantastico e colorato, dove tutto è più bello». «Ogni sassolino – racconta – ha una storia da narrare che attraverso l’arte prende forma con i suoi svariati colori. Tutto nasce dall’idea di astrarre la quotidianità del mondo reale su un semplice supporto di legno, dove ogni pietra trova il suo ruolo e il suo significato, vestendosi dei colori più brillanti. L’opportuna combinazione dei sassi colorati, avvalendosi della reciproca bellezza, costituisce unicamente l’opera artistica».

Informazione pubblicitaria

Le opere dell’artista nella sua pagina Facebook.