Arte, il pittore miletese Mimmo Corrado espone a Bucarest

La sua originale arte ha da tempo travalicato i confini nazionali. Da tempo trapiantato in Toscana continua a dare lustro alla sua terra d’origine 

La sua originale arte ha da tempo travalicato i confini nazionali. Da tempo trapiantato in Toscana continua a dare lustro alla sua terra d’origine 

Informazione pubblicitaria
La mostra di Corrado a Bucarest
Informazione pubblicitaria

Ha ormai superato i confini nazionali la maestria del pittore miletese, trapiantato a Pisa, Mimmo Corrado. Nei giorni scorsi, infatti, nella sala “Papirus” della Biblioteca nazionale di Bucarest si è conclusa la mostra “Fratelli nell’arte. L’arte contemporanea toscana e rumena”, promossa dal “Gamec Centro di arte moderna” di Pisa e curata proprio dal bravo maestro di pittura della cittadina normanna, di concerto con Massimiliano Sbrana e Dan Tudor Truica. L’evento internazionale ha registrato un grande successo di pubblico e di critica ed è rientrato nell’ambito della serie di scambi artistico-culturali instaurata al fine di valorizzare le eccellenze artistiche dei due paesi. Ad esso hanno partecipato numerosi artisti rumeni e italiani, tra cui lo stesso Mimmo Corrado, che hanno ben rappresentato le tendenze stilistiche ed espressive del contemporaneo. Negli anni l’arte pittorica del maestro miletese ha travalicato, come detto, i confini nazionali, dando lustro allo stesso paese d’origine. Nato a Mileto nel novembre del 1947, Mimmo Corrado da anni si è trasferito per motivi di lavoro a Pisa con la famiglia. Nelle sue opere pittoriche, per lo più incentrate su personaggi, borghi tipici calabresi e vita agreste, attraverso l’accostamento caldo, quasi palpabile del colore, arricchito di infinite modulate sfumature, egli riesce ad esprimere al meglio il suo carattere e a dare libero sfogo a delle interpretazioni prettamente lirico-passionali, che permettono di collocarlo nel novero dei maggiori paesaggisti contemporanei. La sua poliedrica attività lo porta a spaziare anche nei campi della scultura, della musica, della grafica e del restauro. Dalla sua può vantare numerose affermazioni in concorsi e rassegne nazionali, tante opere che oggi arricchiscono chiese, pinacoteche e collezioni private, in Italia e all’estero.

Informazione pubblicitaria