Carattere

Due giorni di attività in piazza proposti a grandi e piccoli dal Movimento Aquila Rossa e dall’Associazione culturale dasaese con il sostegno della Federazione italiana tradizioni popolari 

L'intervento di Michele Putrino a Dasà
Cultura

Si è conclusa ieri, sabato 10 agosto, a Dasà la seconda kermesse dedicata a “I giochi di una volta”. L’evento, che ha richiamato l’attenzione e la curiosità di tantissimi spettatori, è stato promosso e organizzato dal Movimento Aquila rossa, guidato da Claudio Gentile, dall'Associazione culturale dasaese, dalla Federazione italiana tradizioni popolari (Fitp) comitato regionale Calabria, con il sostegno de Il Vibonese e il patrocinio dall'amministrazione comunale. Per due giorni a Dasà, sono così rivissuti tanti giochi della tradizione riproposti in piazza con l’entusiasta partecipazione di ragazzi e adulti. La prima serata ha visto i partecipanti cimentarsi nei giochi: “‘ndrighiti”, l'elastico e dei cavalli. Emozioni ed entusiasmo hanno toccato l’apice quando si sono svolti i giochi della cavallina e della carrozza con giovani e bambini che si sono intrattenuti a lungo con questi antichi passatempi. La seconda serata ha visto i partecipanti cimentarsi con il gioco dei “piruaci” e della ruota

Scena però presto rubata da “i mazzichi” e dal gioco della corda. L 'evento, oltre che un amarcord di vecchie tradizioni e di giochi, si proponeva come obiettivo quello di favorire uno scambio generazionale adulti/bambini. Obiettivo totalmente raggiunto secondo gli organizzatori che si sono detti pienamente soddisfatti della manifestazione. In rappresentanza della Fitp era presente Michele Putrino, mentre il sindaco Raffaele Scaturchio e il parroco don Bernardino Comerci non si sono limitati alla presenza ma hanno preso parte alle attività ludiche. Due serate, dunque, che hanno creato comunità e coinvolto proprio tutti.

Lacnews24.it
X

Seguici su Facebook