mercoledì,Giugno 29 2022

Vibo, conclusa la settimana dello studente: il bilancio degli istituti Itg e Iti

Un evento di grande rilevanza didattica, educativa, culturale e civica. I ragazzi hanno incontrato rappresentati delle istituzioni, del volontariato e del mondo dello sport

Vibo, conclusa la settimana dello studente: il bilancio degli istituti Itg e Iti
Alcuni momenti della Settimana dello studente

Si è conclusa, presso l’Istituto Itg – Iti di Vibo Valentia, la “settimana dello studente” che ha vantato l’importante patrocinio del Ministero della Cultura, della Regione Calabria, della Provincia e del Comune di Vibo Valentia. Un evento di grande rilevanza didattica, educativa, culturale e civica, che ha visto nella sua organizzazione e nel suo compimento l’impegno attivo di tutti gli alunni e di tutti docenti dell’Istituto, i quali hanno proposto una successione di acute e stimolanti iniziative con il coinvolgimento di scrittori, esponenti delle istituzioni, rappresentanti di associazioni culturali, di categoria e di volontariato. [Continua in basso]

Gli incontri in programma hanno dato agli studenti l’opportunità di confrontarsi su questioni di vario tipo, compreso il tema dell’antimafia che nel primo incontro ha tenuto banco con la presentazione del libro “Vite spezzate”, scritto da Maria Maiolo, alla presenza di Martino Ceravolo, padre di Filippo Ceravolo vittima innocente di mafia a soli 19 anni.

Presente, nel terzo giorno di manifestazione, anche il testimone di giustizia Rocco Mangiardi che ha raccontato la dura realtà del racket delle estorsioni e la sua rivolta civile nel segno della giustizia per recuperare la propria dignità e dare valore alla propria libertà, scaldando i cuori dei partecipanti che lo hanno ascoltato con meritato silenzio e attenzione. [Continua in basso]

In occasione Giornata internazionale dei diritti della donna, gli alunni hanno letto e commentato “La principessa afghana e il giardino delle giovani ribelli” di Tiziana Ferrario. Il libro è stato donato a tutte le scuole superiori della città dall’Assessore alla cultura del Comune di Vibo Valentia e rappresentante per “Vibo Valentia – Capitale italiana del Libro” Daniela Rotino, che ha dialogato con gli studenti in uno spazio di intensa riflessione sulla forza e la determinazione delle donne afghane che non si arrendono davanti ad un destino che le vorrebbe sottomesse.

Esemplari gli incontri con la sezione vibonese della Croce Rossa e con le associazioni di categoria e di volontariato del territorio, sui temi del bene collettivo, della solidarietà sociale e della sensibilizzazione al volontariato. In questo ambito è da segnale anche l’intervento del giornalista de “Le Iene”, Ismaele La Vardera e del presidente di Confartigianato di Bergamo Giacinto Giambellini, i quali hanno raccontato il lavoro, i sentimenti e le emozioni di tutti coloro che hanno contribuito a realizzare l’Ospedale da Campo alla Fiera di Bergamo, simbolo della lotta contro il Covid. [Continua in basso]

Ampio spazio è stato dato anche allo sport, con la presenza di Giovanni Gargiulo giocatore della Volley Tonno Callipo e del vicepresidente Filippo Maria Callipo, dove è emerso quanto sia importante il ruolo dello sport, ed in questo caso della pallavolo, nello sviluppo della forza morale e agonistica, dei valori sociali e del corretto stile di vita. Si è anche discusso del rispetto delle regole e della consapevolezza civica con gli arbitri dell’AIA FIGC Associazione italiana arbitri.

In rappresentanza delle istituzioni, il sindaco di Zambrone Corrado L’Andolina, il presidente della provincia Salvatore Solano, il deputato Riccardo Tucci e il sottosegretario per il Sud e la Coesione territoriale Dalila Nesci, hanno dato il loro contributo alla manifestazione, chiarendo l’impegno, il ruolo e le attività svolte dalle istituzioni ed evidenziando l’importanza per le nuove generazioni di porsi degli interrogativi e, con uno sguardo al futuro, essere consapevoli e partecipi della vita pubblica.

Grande orgoglio della dirigente scolastica Maria Gramendola per il successo di una manifestazione che ha palesato lo spirito d’iniziativa e le capacità organizzative dei suoi studenti, capaci di vivere la scuola sfruttando a pieno le sue potenzialità di raccordo con le associazioni, le istituzioni e il territorio, in prospettiva di una crescita morale, sociale, civica e culturale.

Articoli correlati

top