domenica,Gennaio 29 2023

Donazioni e trapianti, al via a Vibo un concorso per le scuole medie

Il progetto portato avanti da Kiwanis Club di Vibo Valentia insieme all’Admo Regione Calabria e all’Associazione Valentia e sostenuto dalla Fondazione Carical per promuovere i valori della donazione e solidarietà

Donazioni e trapianti, al via a Vibo un concorso per le scuole medie
Donazione, immagine di repertorio da pexels (foto di Engin Akyurt)

Parte la prima edizione del premio “Io Dono”, concorso promosso dal Kiwanis Club di Vibo Valentia insieme all’Admo Regione Calabria e all’Associazione Valentia e sostenuto dalla Fondazione Carical (Cassa di Risparmi Calabria e Lucania). Protagoniste le classi terze delle scuole secondarie primo grado della Provincia di Vibo Valentia. [Continua in basso]

Il premio “Io dono”

Il Premio “Io Dono”, si propone come opportunità per sostenere, favorire e promuovere la più ampia diffusione all’interno della scuola dei valori civili, morali e culturali legati ai temi della solidarietà e della donazione, della partecipazione e dell’impegno civile e sociale; oltre ad offrire alla comunità un ricco e prezioso contributo di idee e di prodotti realizzati dagli allievi delle terze classi scuole secondarie di primo grado su questi contenuti. I ragazzi saranno sensibilizzati: sulle problematiche specifiche del trapianto di cellule staminali emopoietiche da non consanguinei (trapianto midollo osseo). Si susciterà in loro l’interesse, la curiosità, il sapere e l’importanza del dono come gesto educativo per sé e per gli altri (la solidarietà come valore portante della società civile) unica cura per la guarigione di numerose patologie del sangue (leucemie, aplasie, talassemie ecc), da parte di fratelli non consanguinei, in buona salute ed in età compresa tra i 18 ed i 35 anni. Lavorando sul tema della solidarietà e dell’altruismo, gli alunni di terza potranno dare vita al racconto del folletto ricco di doniche, ad un certo punto, viene convinto a metterli online per venderli a caro prezzo fino a che un bimbo malato dall’altra parte del mondo lo spinge a donargliene uno gratuitamente. [Continua in basso]

Il concorso per ragazzi

Il progetto prevede la realizzazione della favola, attraverso l’utilizzo di diversi mezzi, metodologie e tecniche come le tecnologie: (video, storytelling, film), fumetti, audiolibri, libri, narrazioni brevi. Qualsiasi forma artistica che possa raccontare in modo significativo il messaggio della donazione. Il progetto deve avere la finalità trasmettere agli alunni il messaggio della donazione con un linguaggio adatto a loro, in cui il racconto diventa un mezzo attraverso il quale i ragazzi possono imparare e comprendere il significato della parola donare. Il progetto vuole portare a conoscenza delle proprie famiglie le problematiche inerenti all’utilizzo del midollo osseo, creando il terreno fertile per il reperimento di donatori tra i loro familiari e la consapevolezza del gesto del dono alla loro maggiore età, senza remore e con spontaneità ed altruismo. Le classi coinvolte verranno premiate con doni tecnologici e con una borsa di studio sostenuta dall’Admo Regione Calabria. La premiazione è prevista nel mese di maggio.

Articoli correlati

top