lunedì,Agosto 15 2022

“Il Sommo nell’arte”: grande successo per la mostra che celebra Dante in Calabria

Boom di presenze a Vibo per l’esposizione che intende valorizzare i borghi attraverso l’arte. L'iniziativa a palazzo Gagliardi

“Il Sommo nell’arte”: grande successo per la mostra che celebra Dante in Calabria
L'iniziativa a Vibo

di Ilaria Giampà
Boom di presenze per l’anteprima de “Il Sommo nell’ arte”, la mostra che intende valorizzare i borghi attraverso l’arte tenutasi nei giorni scorsi presso Palazzo Gagliardi, edificio elegante e fra i più imponenti della città di Vibo Valentia. Numerosi i visitatori che si sono alternati nella due giorni accettando l’invito all’ evento che si è rivelato un vero e proprio viaggio immersivo nel mondo dantesco tra passato e presente.
Nonostante si trattasse di un’anteprima, il Progetto si è guadagnato un’intera ala dello storico Palazzo Gagliardi con una mostra ricca di opere originali ed installazioni create per l’occasione. Le opere esposte variavano dai classici quadri di olio su tela alle più moderne opere d’arte grafica, dagli affascinanti disegni in china alle sculture dall’effetto magnetico. Il progetto (di cui la mostra ne è in parte espressione) è totalmente made in Calabria, ideato e realizzato da Giuseppe Esposito e Francesco De Lorenzo con lo scopo di creare interazione tra artisti, luoghi e viaggiatori. Oltre alla presenza di artisti affermati, la mostra ha riservato uno spazio dedicato a talenti emergenti, per sottolineare quanto sia importante per i promotori che l’arte debba essere di tutti e per tutti. [Continua in basso]

L’obiettivo è quello di realizzare una mostra diffusa, utilizzando l’arte come strumento di promozione turistica del territorio ospitante, regalando a spettatori e spettatrici un viaggio memorabile in luoghi affascinanti, di rilevanza culturale “musei, dimore storiche, palazzi nobiliari“, paesaggi incontaminati e poco conosciuti perché fuori dai circuiti del turismo di massa.

I luoghi faranno da cornice alle opere d’arte, contribuendo alla nuova ri-scoperta dei borghi, luoghi ricchi di storia e significativa bellezza, dove il turismo di nicchia e di qualità si sta orientando. Così come nelle opere di Dante, anche in questo progetto: «è di amore che si parla, di amore per l’arte e per la propria terra».

top