mercoledì,Settembre 28 2022

Parco archeologico di Mileto, successo per il reading musicale sulle meraviglie di Calabria

La manifestazione si è svolta ai piedi dell’antica abbazia normanna. Letti e interpretati brani di Alvaro, Occhiato, Parise, Rino Gaetano e Mia Martini

Parco archeologico di Mileto, successo per il reading musicale sulle meraviglie di Calabria

Pubblico numeroso e attento all’evento culturale “Battiti calabresi” organizzato dal Comune di Mileto presso il Parco archeologico medievale, in sinergia con l’“Edizioni Beroe”. Alla buona riuscita della manifestazione hanno collaborato l’associazione “Mnemosyne”, ente gestore del sito, le locali realtà Accademia Milesia, Pro Loco e Avis e lo sponsor Rupes. Nell’occasione, con sullo sfondo lo splendido scenario serale dei ruderi dell’antica abbazia normanna della Santissima Trinità e dello stretto di Messina, sono stati letti e interpretati brani di Leonida Repaci, Corrado Alvaro, Goffredo Parise, Guido Piovene e dello studioso locale Giuseppe Occhiato, e testi tratti da canzoni di Rino Gaetano e Mia Martini. A farlo, con il coinvolgente sottofondo musicale della pianista Chiara Currà, gli attori Giuseppe Ingoglia e Dolores Mazzeo. Le riuscite e apprezzate recitazioni sono state intervallate dai dialoghi tra il giornalista Francesco Iannello e Renato Costa, sui temi della cultura in Calabria e sulla necessità di focalizzare l’attenzione sugli autori regionali.

Nell’occasione, ai numerosi presenti (e tra questi molti emigrati giunti in Calabria per trascorrere le vacanze estive) sono giunti i saluti della professoressa Amelia Cirianni, moglie del compianto scrittore Occhiato, autore di volumi illuminanti sull’architettura normanna a Mileto e nel resto del meridione d’Italia. Tra gli interventi, quello del sindaco Salvatore Fortunato Giordano, il quale ha posto l’accento sulla necessità che il sito che ospitava l’antica città venga ancor più valorizzato, sia con nuovi interventi strutturali e sia con iniziative di promozione. Al riguardo, ha anche preannunciato una serie di progetti culturali in itinere, già finanziati o ancora da finanziare. Tra i primi, il “Galà di Ruggero” che, grazie a fondi regionali, «a settembre permetterà di organizzare una tre giorni sulla storia normanna, con eventi teatrali, musicali e convegnistici di rilievo». Infine, i ringraziamenti agli enti che hanno collaborato alla buona riuscita della manifestazione, organizzata nella Notte di San Lorenzo, e alle tante altre in corso nel periodo estivo, «con il prezioso ausilio della Polizia municipale e della Protezione civile».

Articoli correlati

top