Il riconoscimento letterario “Giuseppe Berto” va a Sergio Baratto

La giuria, presieduta da Antonio D’Orrico (critico del Corriere della Sera), premia il romanzo “La Steppa”  

La giuria, presieduta da Antonio D’Orrico (critico del Corriere della Sera), premia il romanzo “La Steppa”  

Informazione pubblicitaria

E’ il romanzo “La Steppa” di Sergio Baratto il vincitore della XXIV edizione  del premio letterario Berto 2016. Lo ha proclamato e premiato la Giuria presieduta da Antonio D’Orrico, critico del Corriere della Sera. “La Steppa” è un romanzo carico di implicazioni etiche, e al tempo stesso è la storia di una amicizia radiosa come l’adolescenza, e di un amore assoluto e impossibile.

 

Il romanzo vincitore della XXIV edizione, in definitiva, ci parla di uno “spazio selvaggio che si spalanca al confine della civiltà”. Nel corso della cerimonia di proclamazione, svoltasi presso la Casa Giuseppe Berto, a Ricadi, è stata sottolineata la soddisfazione per il ritorno del Premio Berto in Calabria,  in alternanza con Mogliano Veneto. 

Un momento che rinsalda i legami tra il Nord e il Sud d’Italia, com’era nella sensibilità di Giuseppe Berto, ed un evento culturale di grande prestigio che può aiutare molto il tenace lavoro che viene svolto dalle istituzioni per la crescita della lettura e della cultura in Calabria e per la qualificazione dell’offerta turistica.