“Un bicchiere di sole”, l’Uici presenta il libro di Falcomatà

Prosegue la rassegna “Incontri d’Autore” promossa dall’Unione italiana ciechi e ipovedenti di Vibo Valentia. Appuntamento lunedì in Prefettura

Prosegue la rassegna “Incontri d’Autore” promossa dall’Unione italiana ciechi e ipovedenti di Vibo Valentia. Appuntamento lunedì in Prefettura

Informazione pubblicitaria

«“Restituire alla bellezza qualcosa che ci appartiene, significa restituirlo a ciascuno di noi. Riappropriarsi di ciò che è nostro per non abituarsi a vederlo morire lentamente”. Queste parole ci hanno fatto pensare a tutto l’impegno per gli altri, a quello dovuto per migliorare noi stessi, a ciò che riusciamo a dare per la crescita di questa nostra terra: la bellezza educa, cambia, muove, “la bellezza salva”».

Con questa convinzione, l’Unione italiana ciechi e ipovedenti di Vibo Valentia si adopera per promuovere eventi artistici, culturali, aggregativi, tesi ad integrare e rendere “il bello fruibile a tutti”. Una delle iniziative poste in essere è “Incontri d’autore”, giunta alla quarta edizione, che prevede la presentazione di un libro di autore calabrese, da trascrivere in braille e registrare in versione audio, affinché possano goderne tutti i non vedenti italiani.

Dopo “I diari di mio padre” di Gregorio Corigliano, “Maledetto sud” di Vito Teti e “Il cacciatore di meduse” di Ruggero Pegna, ecco quindi il libro “Un bicchiere di sole” di Giuseppe Falcomatà (Città del Sole Edizioni), che verrà presentato dall’autore lunedì 11 luglio alle 17 nella sala riunioni della Prefettura di Vibo, con lavori introdotti dal presidente provinciale Uici Giovanni Barberio, coordinati dal giornalista Maurizio Bonanno e musicalmente arricchiti dalla Scuola di chitarra diretta dal maestro Nunzio Cambareri.