VIDEO | A “Casa Berto” suggestivo incontro tra letteratura e cinema

La kermesse culturale ha ospitato un interessante dibattito tra gli scrittori Criaco, Gangemi, De Giovanni e l’attore e regista Ricky Tognazzi sulla trasposizione cinematografica dei plot letterali

La kermesse culturale ha ospitato un interessante dibattito tra gli scrittori Criaco, Gangemi, De Giovanni e l’attore e regista Ricky Tognazzi sulla trasposizione cinematografica dei plot letterali

Informazione pubblicitaria

Chiude questa sera con l’intervista sotto le stelle che l’attrice Simona Izzo rilascia alla giornalista Rosa Cardillo, la kermesse culturale “Estate a Casa Berto” voluta dalla figlia del grande scrittore veneto Giuseppe Berto innamoratosi di Capo Vaticano, sulla costa vibonese, al punto di eleggere questo suggestivo angolo di Calabria come suo buen retiro e, infine, come luogo della sua sepoltura.

Informazione pubblicitaria

“Estate a Casa Berto”, a Capo Vaticano per la seconda edizione arriva Gratteri

Un fitto calendario di eventi che per dieci giorni ha ospitato grandi nomi del panorama culturale italiano. Tra i personaggi di maggiore richiamo Paolo Mieli e Nicola Gratteri, Nuccio Ordine, Enrico Ghezzi, Ricky Tognazzi. Proprio quest’ultimo, insieme agli scrittori, Gioacchino Criaco, Mimmo Gangemi e Maurizio De Giovanni, ha dato vita nella penultima serata, ad un interessante dialogo sul tema “Dalla pagina scritta al film. Metodi, trucchi e retroscena” nel quale sono state ripercorse le storie di clamorosi successi cinematografici scaturiti dal riadattamento di opere letterarie e di casi più recenti ispirati alla forza narrativa di opere cinematografiche o fiction ispirate a testi contemporanei.

“Estate a casa Berto”: buona la prima

Tra gli ospiti anche l’orafo Gerardo Sacco che ha inoltre parlato dell’opera biografica “Io sono nessuno”, scritta insieme al giornalista Francesco Kostner.

Droghe leggere, Gratteri: «È un errore considerarle tali»

Si è avviata così alla serata finale la kermesse culturale nata da un’idea di Jo Lattari e Marco Mottolese che, per la seconda edizione, hanno coinvolto nella direzione artistica Gilberto Floriani, direttore del Sistema bibliotecario vibonese, e che la padrona di casa Antonia Berto, figlia dell’indimenticato scrittore veneto, ha definito un contributo al riscatto culturale della Calabria.

 

 

L’INTERVISTA A RICKY TOGNAZZI