Al via “Serrestate”, 25 giorni di eventi nella capitale della montagna vibonese – Video

Arte, musica, cultura, gastronomia, ambiente: nella città della Certosa presenti tutti gli ingredienti per un’offerta turistica di qualità. Ecco il programma pensato per incentivarla

Arte, musica, cultura, gastronomia, ambiente: nella città della Certosa presenti tutti gli ingredienti per un’offerta turistica di qualità. Ecco il programma pensato per incentivarla

Informazione pubblicitaria
Santa Maria del bosco a Serra San Bruno

Venticinque giorni di eventi, migliaia e migliaia di persone attese, giardini e monumenti tirati a lucido, infrastrutture culturali che si apprestano ad essere riaperte e rilanciate: e ancora sport, musica, gastronomia, e tantissimo ambiente. Serra San Bruno si conferma, quest’anno tra le capitali del turismo estivo regionale: e non è certo scontato, vista la distanza che separa il centro montano dalle mete balneari più frequentate. A capitanare la squadra di questa bella stagione di turismo, il sindaco Luigi Tassone, che anticipa cifre, date e novità dell’agosto serrese alle porte: il cartellone del Serrestate 2019. «Ormai la nostra città si qualifica come centro imprescindibile per il turismo calabrese di qualità. E per quest’anno, attendiamo almeno 25mila persone – dichiara -. Il clima, il patrimonio ambientale e paesaggistico, il richiamo spirituale della figura di San Bruno e la presenza della Certosa, fanno della nostra città un luogo unico, che ogni anno attrae visitatori consapevoli ed appassionati. Le iniziative che si susseguiranno per tutto il mese – prosegue il sindaco – sono state pensate sia per loro che per i nostri abitanti: e tendono tutte ad esaltare la nostra cultura, le nostre eccellenze, le unicità artistiche storiche ed architettoniche».

Il primo appuntamento di rilievo è costituito dal Serrasuoni, festival musicale che si terrà il prossimo fine settimana e che vedrà esibirsi, in piazza monsignor Barillari, dalle 21.30 a seguire, la band Statale 107 bis – finalista Sanremo Rock 2019 – il 5 agosto, e i serresi Parafonè il 6. Il concerto dell’Orchestra di fiati “Città di Serra San Bruno” è previsto il 7 agosto, mentre dal 9 al 13 sarà la volta di Serre in festival. In occasione dei festeggiamenti in onore di Maria Santissima Assunta in Cielo (14 e 15 agosto) e San Rocco (16 e 17), previste quattro grandi serate. Ma il calendario prosegue, anche nell’ultima decade del mese, con eventi sportivi, degustazioni gastronomiche, serate di danza, cinema in piazza, osservazioni astronomiche. Si chiude il 25, con il concorso di pittura a premi Giorgio Mangone. «All’estate in grande stile – conclude il sindaco -, farà corollario l’apertura di due infrastrutture pensate per venire incontro alle esigenze culturali e didattiche della città, ad iniziare dai ragazzi. La Biblioteca comunale, dove gli studenti di ogni ordine e grado potranno andare a studiare, incontrarsi, approfondire temi ed argomenti diversi, e la Pinacoteca: anche questa, pensata per ospitare opere d’arte serresi moderne e contemporanee ed una specifica attività laboratoriale didattica – ha quindi specificato il primo cittadino, concludendo con un auspicio -: Serra ha una grande ed importante tradizione culturale ed artistica. Vogliamo, attraverso l’educazione al bello, che queste ricchezze si trasmettano integre ai nostri giovani che un domani avranno il compito di custodire l’eredità preziosa della nostra memoria storica, e del nostro patrimonio».