Mileto, 42 coppie di colossi di cartapesta in arrivo per il Raduno dei giganti

Un’edizione dai grandi numeri, quella di quest’anno, che vedrà l’amichevole partecipazione di Enzo Iacchetti cui l’Amministrazione consegnerà un encomio

Un’edizione dai grandi numeri, quella di quest’anno, che vedrà l’amichevole partecipazione di Enzo Iacchetti cui l’Amministrazione consegnerà un encomio

Informazione pubblicitaria
Una precedente edizione del raduno

Si scaldano i motori in vista della quinta edizione del Raduno dei giganti, in programma domani sera, venerdì 9 agosto a Mileto. Un evento dai grandi numeri, particolarmente atteso sul territorio provinciale, e non solo. La rassegna si arricchisce quest’anno della presenza dell’inviata di RaiUno Maria Elena Fabi, qui in veste di presentatrice. Per il secondo anno consecutivo, ci sarà anche l’arcinoto conduttore di “Striscia la notiziaEnzo Iacchetti, ormai di casa a Mileto. Una partecipazione amichevole e un legame stretto, il suo, con la cittadina normanna, che quest’anno verrà sancito con ancor più forza da un encomio che l’amministrazione comunale ha deciso di assegnargli. Alla base della motivazione, il riconoscimento dato a un “grande personaggio dello spettacolo che partecipa disinteressatamente, con gioia ed entusiasmo al Raduno dei giganti e che da sempre si distingue per la sua generosità e solidarietà, valori condivisi dalla comunità di Mileto”. La kermesse prenderà il via alle 17.30 con una cerimonia nella sala consiliare di Palazzo dei normanni in cui, il sindaco Salvatore Fortunato Giordano, consegnerà a Iacchetti l’encomio solenne. Nell’occasione, un riconoscimento sarà assegnato anche alla Fabi. Si diceva, un Raduno dei giganti dai grandi numeri, questo del 2019. Nella cittadina normanna, infatti, da tutta la Calabria giungeranno ben 42 coppie di colossi in cartapesta raffiguranti i mitici Mata e Grifone, con tanto di rispettive varianti e tamburini al seguito. La tradizione dei giganti, del resto, è di lunga data sul territorio. Essa, tra l’altro, è strettamente legata alla figura di Ruggero I “Il bosso”, il figlio del nobile normanno Tancredi D’Altavilla che nel 1058 elevò la città a capitale della propria contea. Attraverso la storia della nobile Mata e del truce saraceno Grifone, quest’ultimo convertitosi per amore al cristianesimo, verrebbe infatti raccontato il processo di rilatinizzazione del Meridione d’Italia ad opera dei normanni. Il Raduno dei giganti è previsto alle 21.30 circa, in piazza Pio XII. Da qui partirà un turbinio di danza, musica e colori che continuerà nelle principali vie cittadine sino a tarda notte e fra decine di migliaia di spettatori festanti. Il tutto “condito” dalla presentazione della Fabi e dall’ospitata di Enzo Iacchetti.