Premio Alda Merini, riconoscimento per la vibonese Caterina Rizzo

La poliedrica artista ha ricevuto il riconoscimento “Targa del presidente” per la poesia "Fugace bellezza". Targa d’onore per Giuseppe Minniti di Acquaro

La poliedrica artista ha ricevuto il riconoscimento “Targa del presidente” per la poesia "Fugace bellezza". Targa d’onore per Giuseppe Minniti di Acquaro

Informazione pubblicitaria
Un momento della premiazione della Rizzo

Ottime prove per gli artisti vibonesi impegnati in concorsi culturali. Nei giorni scorsi, Caterina Rizzo, pittrice vibonese originaria di Ricadi, ha partecipato nelle vesti di poetessa alla ottava edizione del Premio “Alda Merini”, ottenendo ampi apprezzamenti per la poesia “Fugace bellezza” e aggiudicandosi la “targa del presidente”. Il contest è stato promosso da Vincenzo Ursini, presidente dell’associazione culturale Accademia dei bronzi di Catanzaro. L’evento, concepito per omaggiare l’indimenticabile intellettuale milanese, ha richiamato l’attenzione di circa quattrocento poeti da ogni angolo del Paese ed è andato in scena all’hotel Guglielmo di Catanzaro. I vari elaborati sono stati esaminati da apposita giuria composta da Battista Scalisi, Mario Donato Cosco, Antonio Montuoro, Mauro Rechiti che ne ha decretato i vincitori.  Dalla pittura ai versi, l’arte della Rizzo, definita “la pittrice della luce”, continua a registrare ottimi riscontri. Targa d’onore, infine, per un altro vibonese. A conquistare la commissione, anche l’opera di Giuseppe Minniti di Limpidi di Acquaro con la lirica “Dramma di un perché”.