Joppolo, quando il paesaggio si coniuga con la gastronomia

Questa sera sul suggestivo lungomare la tradizionale  "Sacra du pruppu". In programma anche il concerto dei "Lira Battente"

Questa sera sul suggestivo lungomare la tradizionale  "Sacra du pruppu". In programma anche il concerto dei "Lira Battente"

Informazione pubblicitaria

 Madre natura, oltre a regalare a Joppolo una veduta stupefacente, ha donato una scogliera  a tratti impervia e mutevole, dominata da una torre di avvistamento di epoca saracena, e un fondale marino popolato da polpi e altri pesci tipici delle acque mediterranee.

Il polpo, mollusco cefalopode, la cui dote più apprezzata dai buongustai è quella di aver sviluppato ottime caratteristiche organolettiche che ben si adattano alle antiche tradizioni culinarie del luogo. Questa unione tra natura e cultura gastronomica del territorio sono alla base dell’ormai tradizionale “Sagra du pruppu”, che verrà riproposta questa sera con inizio alle ore 19,30,  proprio sul suggestivo lungomare di Joppolo.

Per il terzo anno consecutivo ad organizzare l’evento l’associazione “Scoglio Saraceno” il cui presidente, Francesco Preiti ha voluto sottolineare l’importanza dell’evento «utile a valorizzare il nostro territorio e dare un impulso positivo al turismo e all’economia locale. A rendere la serata ancora più festosa e vivace ci penserà la buona musica popolare dei Lira Battente. Saranno, inoltre, presenti trampolieri, sputafuoco, truccabimbi e la raggiante band itinerante che percorrerà il lungomare per portare la festa in ogni angolo.