Zambrone, il Blues entra a scuola per un’originale lezione d’Inglese

La vocalist canadese di nascita Mary Bearch, tra i protagonisti del Tropea Blues Festival, è stata ospite della Scuola secondaria di primo grado

0
3

La vocalist canadese di nascita Mary Bearch, tra i protagonisti del Tropea Blues Festival, è stata ospite della Scuola secondaria di primo grado

La vocalist Mary Bearch
Informazione pubblicitaria

In occasione dell’undicesima edizione del Tropea Blues Festival, l’Istituto Comprensivo di Briatico ha programmato e realizzato un incontro con un’artista blues di primo piano: Mary Bearch. Più precisamente, l’incontro si è svolto martedì alla scuola secondaria di primo grado di Zambrone.

Informazione pubblicitaria

Ad organizzare l’originale visita, Anna Romano, professoressa di Lingua inglese che si è volontariamente prodigata per portare l’esperienza della vocalist nella scuola. Molte le curiosità dei ragazzi nei suoi riguardi che hanno anche dimostrato significativo interesse per il Blues e per le sue origini. Il colloquio con l’artista si è svolto in inglese.

Da segnalare anche la piena disponibilità della dirigente scolastica, professoressa Rosaria Galloro che ha accolto positivamente la proposta dell’evento.

Dopo l’appuntamento con gli allievi, l’artista ha incontrato anche il sindaco di Zambrone, Corrado L’Andolina insieme al consigliere comunale Francesco Carrozzo. Una mattinata all’insegna di una visita insolita che ha incuriosito le nuove leve zambronesi ed offerto l’opportunità di un confronto all’insegna della buona musica. Insomma, un momento che ha dato brio alle note della cultura.

La scheda
Mary Bearch ha un profilo da cosmopolita. Nata in Canada, da padre africano e madre polacca vive attualmente a Lugano. Nella sua lunga carriera ha anche lavorato con numerosi artisti quali Adriano Celentano, Chet Baker, Sonny Taylor, Julius Green. Attualmente conduttrice di una trasmissione per la radio svizzera “Groovin, un viaggio nella musica Black”.