VIDEO | A Ricadi l’arte al servizio del territorio

Cinque scultrici chiamate a confrontarsi sul tema “Giganti Mata e Grifone” . Domenica la cerimonia di premiazione

Cinque scultrici chiamate a confrontarsi sul tema “Giganti Mata e Grifone” . Domenica la cerimonia di premiazione

Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria

 Una rassegna artistica originale in corso all’Hotel villaggio Baia del Capo, promossa dall’imprenditrice turistica Rosy Pantano.

Informazione pubblicitaria

Protagoniste della seconda edizione di “SculturArt Contest – RifiutinArte”, organizzata in collaborazione con l’architetto catanzarese Jeso Marinaro, cinque donne che sono state chiamate a concorrere con altrettante sculture sul tema dei “Giganti Mata e Grifone”. 

La particolarità dell’iniziativa sta nel fatto, come tra l’altro suggerisce il tema della kermesse, che i materiali usati sono tutti da riciclo. I lavori saranno giudicati da una giuria composta dalla stessa Rosy Pantano, Jeso Mariano, l’architetto Vincenzo Rocco (coordinatore tecnico della rassegna), lo scultore e pittore Antonio La Gamba, l’artista e scrittore Franco Vallone e il giornalista de “il Quotidiano del Sud”, Francesco Prestia. Domenica 2 ottobre la cerimonia di premiazione.

«I tanti turisti che vengono i Calabria -ha dichiarato Rosy Pantano a “il Quotidiano del Sud” – non cercano solo il nostro splendido mare e le nostre bellezze paesaggistiche ma sono interessati anche all’arte, sia quella ospitata nei musei tradizionali che quella, come nel caso di Baia del Capo, sparsa sul territorio».