VIDEO | A Ricadi l’arte al servizio del territorio

Cinque scultrici chiamate a confrontarsi sul tema “Giganti Mata e Grifone” . Domenica la cerimonia di premiazione

Cinque scultrici chiamate a confrontarsi sul tema “Giganti Mata e Grifone” . Domenica la cerimonia di premiazione

Informazione pubblicitaria

 Una rassegna artistica originale in corso all’Hotel villaggio Baia del Capo, promossa dall’imprenditrice turistica Rosy Pantano.

Protagoniste della seconda edizione di “SculturArt Contest – RifiutinArte”, organizzata in collaborazione con l’architetto catanzarese Jeso Marinaro, cinque donne che sono state chiamate a concorrere con altrettante sculture sul tema dei “Giganti Mata e Grifone”. 

La particolarità dell’iniziativa sta nel fatto, come tra l’altro suggerisce il tema della kermesse, che i materiali usati sono tutti da riciclo. I lavori saranno giudicati da una giuria composta dalla stessa Rosy Pantano, Jeso Mariano, l’architetto Vincenzo Rocco (coordinatore tecnico della rassegna), lo scultore e pittore Antonio La Gamba, l’artista e scrittore Franco Vallone e il giornalista de “il Quotidiano del Sud”, Francesco Prestia. Domenica 2 ottobre la cerimonia di premiazione.

«I tanti turisti che vengono i Calabria -ha dichiarato Rosy Pantano a “il Quotidiano del Sud” – non cercano solo il nostro splendido mare e le nostre bellezze paesaggistiche ma sono interessati anche all’arte, sia quella ospitata nei musei tradizionali che quella, come nel caso di Baia del Capo, sparsa sul territorio».