Festa del fungo a Serra, si lavora alla sesta edizione

Fervono i preparativi per la manifestazione con escursioni micologiche, mostre, mercatini, gastronomie, concerti e spattacoli

Fervono i preparativi per la manifestazione con escursioni micologiche, mostre, mercatini, gastronomie, concerti e spattacoli

Informazione pubblicitaria

Quasi tutto pronto per la sesta edizione della “Festa del fungo”. La manifestazione, organizzata dalla Pro Loco di Serra San Bruno con il patrocinio dell’amministrazione comunale e in collaborazione con il Parco Naturale regionale delle Serre, si terrà nelle giornate del 4, 5 e 6 ottobre. Come consuetudine la festa inizierà ufficialmente giorno 4 ottobre con la classica escursione micologica guidata da esperti micologi, dove verranno raccolti i funghi che saranno destinati alla mostra che si terrà a palazzo Chimirri nei giorni 5 e 6. Sempre nel pomeriggio del 5 ottobre ad allietare i visitatori sarà il riuscitissimo mercatino gastronomico ed artigianale nel centro storico della cittadina. Mostra micologica e mercatino saranno poi allestiti anche per giorno 6, ultimo giorno della festa. 

Informazione pubblicitaria

Durante le giornate, a rendere estremamente piacevole il soggiorno dei visitatori numerose attrattive, con diversi concerti e spettacoli lungo il corso principale. Cornice importante dell’evento il “menù del fungo” che i numerosi ristoranti aderenti come ogni anno offriranno ad un prezzo modico a tutti coloro che vorranno assaporare il gustosissimo fungo serrese. Il programma completo verrà reso noto in una conferenza stampa e verrà aggiornato costantemente nella pagina facebook dell’associazione. «Manca solo qualche dettaglio – dichiara il presidente Francesco Giancotti – e la festa del fungo è pronta. Quest’anno il nostro obbiettivo è migliorare quanto di stupefacente abbiamo fatto negli anni passati. Per questo abbiamo già in programma grandi sorprese. Inoltre, cosa di non poco conto, sappiamo che la raccolta di funghi nella nostra zona è iniziata benissimo e le stime per i prossimi giorni sono altrettanto ottimistiche».