L’artista vibonese Tonino Gaudioso premiato a Cosenza

L’apprezzato scultore originario di Zungri ha ricevuto uno dei dieci riconoscimenti della mostra allestita in occasione dell'“Artes Maximae Fredrich II Hohenstaufen”

L’apprezzato scultore originario di Zungri ha ricevuto uno dei dieci riconoscimenti della mostra allestita in occasione dell'“Artes Maximae Fredrich II Hohenstaufen”

Tonino Gaudioso a Cosenza
Informazione pubblicitaria

É stato assegnato all’artista zungrese Tonino Gaudioso uno dei dieci riconoscimenti della mostra allestita in occasione dell’“Artes Maximae Fredrich II Hohenstaufen”, il premio ideato dal critico d’arte e artista Gianfranco Pugliese e patrocinato dal Comune di Cosenza. Centouno artisti provenienti da tutta Europa hanno esposto le loro opere, esaminate e valutate da una Giuria tecnica presieduta da Vincenzo Le Pera e composta dagli storici dell’arte Giuseppe Giglio, Gianluca Covelli e Alessandra Carelli, e dalle galleriste Giovanna Adamo e Adele Paola. All’evento di premiazione erano presenti il sindaco di Cosenza Mario Occhiuto e l’assessore al turismo e marketing territoriale Rosaria Succurro. Madrina della serata è stata Sabrina Miceli dei Baroni di Serradileo. I premi in bronzo, realizzati dal maestro Mimmo Frascà, raffigurano il grande Federico II, re di Sicilia e Imperatore del Sacro Romano Impero, amante e protettore della cultura e delle arti, lo “stupor mundi” che caratterizzò non solo la propria epoca ma anche quelle successive. «Obiettivo della mostra – ha sottolineato l’ideatore dell’evento Gianfranco Pugliese – è quello di mettere  in sinergia le varie risorse dei tanti artisti presenti sul territorio nazionale e internazionale, che con la  loro ricerca manifestano nuovi contributi stilistici nel panorama dell’arte contemporanea». Tonino Gaudioso è un apprezzato artista calabrese originario di Zungri, allievo di Zappino all’Accademia delle Belle Arti di Brera, si è fatto notare anche per il monumento ai Caduti realizzato per il Comune di Zungri, per lo stemma del Comune di Zaccanopoli, per la realizzazione della Madonna del Carmelo di Briatico commissionata da un mecenate italo-australiano ed esposta in Australia a Brisbane, per la nomina di “Maestro d’Arte” ricevuta dalla Camera regionale arti e moda Calabria (Unicram) su segnalazione del presidente del Club per l’Unesco di Vibo Valentia, Maria Loscrì.

Informazione pubblicitaria

LEGGI ANCHEZaccanopoli, un nuovo stemma per i 100 anni del Comune