“Valentia in festa”, Ciro Indolfi e Pino Aprile protagonisti della seconda serata – Video

Grande partecipazione di pubblico per la kermesse organizzata dall’Associazione Valentia a Palazzo Gagliardi. Si prosegue stasera e domani con, tra gli altri, Fusaro, Masciari e La Vardera

Grande partecipazione di pubblico per la kermesse organizzata dall’Associazione Valentia a Palazzo Gagliardi. Si prosegue stasera e domani con, tra gli altri, Fusaro, Masciari e La Vardera

L'intervento di Pino Aprile
Informazione pubblicitaria

Grande partecipazione di pubblico alla kermesse “Valentia in festa”, quattro giorni di eventi ospitati nello storico Palazzo Gagliardi, e voluti dall’Associazione Valentia, che hanno messo al centro contenuti culturali, artistici, musicali e di intrattenimento. Non solo, nell’ambito dell’iniziativa hanno trovato spazio anche i temi scientifici, come avvenuto nella serata di ieri in occasione del convegno “Il sogno di diventare medico”, introdotto e moderato dalla giornalista Carmen Bellissimo, che ha ospitato la giovane promessa della medicina nonché Alfiere della Repubblica, Giuseppe Bungaro, il cardiochirurgo Ciro Indolfi, presidente della Società italiana di Cardiologia e direttore di Cardiologia dell’Università Magna Grecia di Catanzaro, recentemente nominato ambasciatore della cardiologia italiana negli Stati Uniti, il primario del reparto Cardiologia dello Jazzolino di Vibo Valentia Michele Comito.   

Informazione pubblicitaria

A seguire l’attualità  politica, con l’intervento del noto giornalista e scrittore Pino Aprile e la presentazione del suo ultimo libro “L’Italia è finita”, nel quale il saggista – considerato nuovo alfiere del meridionalismo – traccia l’inesorabile destino di un Paese in via di disgregazione sul piano economico e sociale. Al suo fianco il sindaco Maria Limardo e, nelle vesti di moderatore, il direttore de Il Vibonese Stefano Mandarano. Quindi, a sera inoltrata, spazio alla comicità con lo spettacolo di cabaret del comico Piero Procopio che ha catturato l’attenzione dei presenti con le sue battute. Palpabile la soddisfazione degli organizzatori per una riuscita iniziativa che ha avuto il merito di rianimare il centro cittadino alla ripresa delle attività dopo la pausa estiva. Per Anthony Lo Bianco, presidente dell’associazione Valentia: «E’ la seconda edizione di questo appuntamento che per quattro giorni ci ha permesso di portare a Vibo importanti ospiti e di spaziare tra arte, cultura, scienza, politica, musica e intrattenimento. Ma un evento simile non sarebbe stato possibile se non ci fosse il grande impegno dei giovani soci della nostra associazione che ci hanno messo il cuore». 

Si prosegue oggi, venerdì 13 settembre, a partire dalle 19:30, quando si terrà la presentazione del libro di Diego Fusaro “Pensare altrimenti”. L’autore dialogherà con Alessandro De Salvo, a moderare il giornalista Mimmo Famularo. Alle 20:30, il convegno “Cibo e tradizioni, il Sud che amiamo”, alla presenza di Vitaliano Papillo, presidente del Gal; Mauro d’Acri, consigliere regionale; Domenico Monardo, rappresentante di Unindustria Calabria; Salvatore Solano, presidente della Provincia di Vibo Valentia; Francesco Muzzopappa, presidente della Bcc del Vibonese. Modera la giornalista Erica Tuselli. Al termine del dibattito la degustazione di prodotti tipici locali, oltre all’esibizione di Angela Bianco e Castrum Quartet.

Domani, sabato 14 settembre, appuntamento fissato alle 20:30 con il dibattito su “Fare impresa: in Calabria è realmente fattibile?”, che vedrà come ospiti dell’evento: Pino Masciari, imprenditore e testimone di giustizia; Francesco Mingrone, segretario generale della Cisl Magna Grecia. A moderare gli interventi sarà il giornalista Francesco Iannello. Alle 21.30, poi, la presentazione del libro di Ismaele La Vardera, “Il peggio di me”. La “Iena” dialogherà con Anthony Lo Bianco e con il giornalista Maurizio Bonanno. Alle 22:30, infine, il concerto dei Temaki Fields, che proporranno un viaggio nella musica indie.