Stefanaconi, consegnata la borsa di studio intitolata al generale Morelli

Federica Virdò e Chiara Carnovale sono le meritevoli studentesse cui è stato assegnato il riconoscimento nel corso di un’intensa cerimonia tenutasi nell’aula consiliare del Comune

Federica Virdò e Chiara Carnovale sono le meritevoli studentesse cui è stato assegnato il riconoscimento nel corso di un’intensa cerimonia tenutasi nell’aula consiliare del Comune

Informazione pubblicitaria

Si è svolta a Stefanaconi la cerimonia di consegna della borsa di studio intitolata al compianto generale dei Carabinieri Vincenzo Morelli. Nell’aula del consiglio comunale erano presenti i figli del generale, Enzo e Raffaella Morelli, il prefetto di Vibo Francesco Zito, il comandante della Compagnia dei Carabinieri di Vibo Valentia Gianfranco Pino, il comandante della Stazione di Sant’Onofrio Domenico Fazzari, padre Carmelo Andreacchio, parroco di Stefanaconi, Raffaele Vitale, dirigente scolastico dell’Istituto comprensivo statale di Sant’Onofrio e Raffaele Suppa dirigente del Liceo Michele Morelli di Vibo Valentia, scuola dove le studentesse si sono iscritte. Ad avviare la cerimonia è stato il presidente del Consiglio, Fortunato Cugliari, che nel suo discorso ha sottolineato l’importanza dell’evento soprattutto per l’uomo a cui è intitolata la borsa di studio. In seguito agli interventi del sindaco baby, Cristian Vaianella e del parroco, il sindaco, nonché presidente della Provincia di Vibo, Salvatore Solano, si è rivolto alle vincitrici del concorso. Con queste parole: «La preparazione e la formazione deve accrescere in voi la voglia di libertà, perché solo se si è liberi si può ambire ad essere utili per se stessi e per la comunità». Il primo cittadino ha affermato poi in conclusione: «un amministratore per definirsi tale non può che avere come riferimento lo Stato e le Istituzioni.»

Informazione pubblicitaria

Grande la soddisfazione espressa del dirigente Raffaele Vitale per il meritevole traguardo raggiunto dalle due ragazze. Vitale si è poi complimentato per l’attenzione che sta dimostrando l’amministrazione comunale nei confronti della scuola. In seguito è stato Raffaele Suppa a incoraggiare e stimolare le due ragazze che verranno presto accolte al Liceo classico: «la scuola non solo deve istruire, ma deve soprattutto aiutare alla formazione integrale della persona, e voi in questo dovete mettercela tutta» ha affermato. Successivamente sono state Federica e Chiara a ringraziare i figli del Generale Morelli per aver dato loro questa possibilità. A chiudere la cerimonia l’intervento del prefetto e la consegna delle borse di studio alle due studentesse della scuola media di Stefanaconi. Una mattinata che rimarrà, sicuramente, impressa nei ricordi non solo delle due ragazze, ma di tutta la comunità di Stefanaconi.