sabato,Giugno 22 2024

Turismo culturale e archeologico, l’esperienza del Polo museale di Soriano in un workshop in Sardegna

Le strategie di comunicazione per valorizzare i siti storici al centro del confronto nella terra dei nuraghi tramite il contributo di Nicola Durante, direttore marketing del Polo di Soriano

Turismo culturale e archeologico, l’esperienza del Polo museale di Soriano in un workshop in Sardegna
Museo di Soriano, foto dalla pagina social del Mumar

Il Polo museale di Soriano sempre più punto di riferimento nella comunicazione per la valorizzazione del patrimonio storico-archeologico. A pochi giorni dalla messa in onda del servizio di Linea Verde Life, con la terza partecipazione del Polo al programma di Rai 1, la conduttrice Elisa Isoardi va alla scoperta delle rovine, accompagnata dalla direttrice Mariangela Preta, in una puntata dedicata alle eccellenze del vibonese, l’istituzione museale è stata protagonista nella terra dei nuraghi, in Sardegna. I dettagli sono contenuti in una nota stampa.

Promozione del territorio

«Da diverso tempo – spiega il Museo di Soriano – il Gal Marmilla sta implementando una strategia di costituzione e promozione per la “Destinazione Marmilla”, nella parte centro meridionale dell’isola, che conta varie bellezze naturalistiche e ovviamente archeologiche della civiltà nuragica. In questo contesto si inserisce lo studio di strategie comunicative per la promozione e la valorizzazione del patrimonio culturale e del territorio, in particolare attuati nei contesti dei piccoli comuni, quindi presto detto il riferimento al Polo Museale di Soriano Calabro, che dalla sua costituzione in pieno covid e macinando numeri in piena pandemia, è diventato un’istituzione di rilevanza nazionale, riconosciuta dalla Regione Calabria e dal ministero della cultura».

Per capire meglio le azioni intraprese e come replicarle sul territorio sardo, Nicola Durante, direttore marketing del Polo e riconosciuto esperto in marketing territoriale e comunicazione per la valorizzazione del patrimonio culturale, ha illustrato quanto messo in opera alla conferenza online del 5° Workshop “Costruiamo insieme Destinazione Marmilla” nel tavolo tematico “Laboratorio sul Turismo culturale e archeologico”.

Confronto tra idee

«È stato un bel momento di condivisione di idee – dice Durante – perché non è stata una classica lezione o esposizione di dati e strategie, ma un momento in cui tutti i partecipanti hanno dato un contributo reale per raggiungere l’obiettivo».

La metodologia scelta dal Gal Marmilla infatti prevede che tutti i partecipanti diano un contributo da cui trarre una sintesi per derivare poi un quadro di azioni da intraprendere, sfruttando le competenze degli esperti collegati da varie regioni, insieme ai rappresentanti di enti locali, associazioni ed altri stakeholder ricadenti nel territorio di riferimento.

«Sono sempre pronto a raccontare quello che succede a Soriano, perché è un’attività tutt’altro che banale, quella di elaborare strategie e azioni concrete quando si parla di patrimonio culturale». Un’impostazione, quella del “parlare al mondo”, fortemente voluta dalla direttrice Preta: «Due anni fa, alla Borsa Mediterranea del Turismo di Paestum, nell’ambito della quale ho curato l’immagine della Regione Calabria promuovendo anche il Polo museale di Soriano Calabro, ho avuto il piacere di conoscere i ragazzi di “Nurnet – La rete dei Nuraghi”, con i quali abbiamo parlato di esperienze e azioni messe in pratica nei nostri territori. Uno di loro mi ha contattato per chiedermi di condividere quanto ad oggi fatto a Soriano Calabro in una call. Non potevo perdere l’occasione per parlare del mio territorio e al contempo aiutare nello sviluppo di un altro».

top