sabato,Luglio 13 2024

Briatico omaggia l’antropologo Lombardi Satriani, al via la seconda edizione del Premio letterario

Alla figura dello studioso nonché ex senatore, è dedicato il contest che punta a promuovere la cultura poetica e letteraria, le tradizioni e l’immagine del territorio

Briatico omaggia l’antropologo Lombardi Satriani, al via la seconda edizione del Premio letterario
Il professor Lombardi Satriani

Un personaggio ricordato con profondo affetto e ammirazione dalla comunità. Un fine intellettuale, grande protagonista dello studio del Sud, del folclore e delle tradizioni popolari. Briatico omaggia la figura dell’antropologo e già senatore della Repubblica, Luigi Maria Lombardi Satriani con la seconda edizione del Premio letterario internazionale a lui dedicato. Il contest, nato nel 2023, punta a promuovere la cultura poetica e letteraria in generale e l’immagine del territorio, con il suo patrimonio culturale, storico, popolare, artistico e paesaggistico. L’evento viene organizzato dal Comune e vanta la collaborazione dell’associazione “Intersezioni culturali” e della locale Pro loco. Il premio, come sottolineano gli organizzatori, è stato pensato per promuovere il comprensorio briaticese, con le sole finalità culturali e sociali. A presiedere, Michele Petullà, giornalista, sociologo nonché presidente di “Intersezioni”.

Leggi anche ⬇️

Le sezioni del premio

Tre le sezioni del premio, una dedicata alla poesia in lingua italiana a tema libero, una alla poesia in lingua italiana sul tema “La pace”. L’opera non dovrà superare i 40 versi: «La Pace – si legge nella presentazione del Premio – per quanto possa sembrare un’utopia, deve comunque rappresentare il nostro orizzonte sociale e culturale, una meta verso la quale tendere e orientare tutto il nostro vissuto quotidiano, le nostre azioni e i nostri comportamenti, nella consapevolezza che ognuno di noi può essere un “segno di pace”, come ci ha insegnato Sant’Agostino. Pace, dunque, non è solamente assenza di guerra, ma anche rispetto dei diritti umani, rispetto per le persone, giustizia sociale, uguaglianza di diritti».

Prevista poi una sezione “Narrativa”. I partecipanti potranno proporre racconti brevi e prosa poetica a tema antropologico “I luoghi dell’anima”. In questo caso, il lavoro non dovrà superare le 6mila battute, spazi compresi. «L’idea di “Luoghi dell’anima”, in senso antropologico – evidenziano gli organizzatori – si riferisce a spazi o luoghi che assumono un significato speciale e profondo per gli individui e le comunità, andando oltre la loro semplice fruizione materiale. Questi luoghi possono essere associati a emozioni, ricordi, pratiche culturali, credenze popolari e religiose o identità collettive (luoghi sacri e religiosi, della memoria collettiva, sociali e di comunità, personali e intimi, della natura…)». Per partecipare, ci sarà tempo entro le ore 24.00 del primo agosto 2024. Maggiori info sono contenute sulle pagine social del Comune nonché sul sito di WikiPoesia.

top