“Pellicole scomode”, terzo appuntamento con il cineforum di Libera Vibo

Si torna in “sala” al Sistema bibliotecario vibonese per la proiezione di “La Santa. Viaggio nella ‘ndrangheta sconosciuta”, uno dei pochi documentari sulla criminalità organizzata calabrese

Si torna in “sala” al Sistema bibliotecario vibonese per la proiezione di “La Santa. Viaggio nella ‘ndrangheta sconosciuta”, uno dei pochi documentari sulla criminalità organizzata calabrese

Informazione pubblicitaria

Si terrà domani, sabato 21 gennaio alle ore 16, nei locali di Palazzo Santa Chiara, il terzo appuntamento con il cineforum “Pellicole scomode” organizzato dai giovani di Libera Vibo e dal Sistema Bibliotecario vibonese.

Nell’occasione verrà proiettato il documentario “La santa. Viaggio nella ‘ndrangheta sconosciuta” diretto da Ruben H. Oliva ed Enrico Fierro. «Il lavoro – si legge in una nota di presentazione – è un viaggio difficile e tortuoso in quelli che sono gli apparati strutturali della ‘ndrangheta, organizzazione criminale che si è espansa in tutto il mondo e che si è rivelata, per la sua struttura familistica, di difficile penetrazione».

Vincitore del Premio Globo d’Oro 2007/‘08 e del Premio Paolo Borsellino 2007, è uno dei pochissimi documentari sulla ‘ndrangheta. Dopo la proiezione dell’opera si terrà un ampio confronto con Gianni Speranza, ex sindaco di Lamezia Terme, testimone di un importante impegno politico contro la criminalità organizzata in un territorio difficile quale quello lametino.

«In un’atmosfera di disillusione generale, dove la rassegnazione sembra avere la meglio anche tra i giovani – spiegano i promotori -, ci appare necessario soffermarci sulla bellezza dell’impegno e sul valore della responsabilità, uniche possibilità per aspirare al riscatto». Il dibattito sarà poi aperto alle domande dal pubblico e moderato dai ragazzi di Libera.