Giornata della memoria, a Vibo Valentia l’iniziativa dell’Anpi

Al liceo vibonese “Vito Capialbi” un evento, realizzato in stretta collaborazione con Cgil, Libera e il contributo di Uici e della compagnia teatrale “Guitti per sempre”, commemora la Shoah

Al liceo vibonese “Vito Capialbi” un evento, realizzato in stretta collaborazione con Cgil, Libera e il contributo di Uici e della compagnia teatrale “Guitti per sempre”, commemora la Shoah

Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria

Anche quest’anno, l’Anpi di Vibo Valentia, con la stretta collaborazione della Cgil e di Libera, ed il diretto contributo dell’Uici di Vibo e della Compagnia Teatrale “Guitti per sempre”, ha organizzato un’iniziativa pubblica per il “Giorno della memoria”, che si svolgerà il 27 gennaio, alle ore 16.30, presso il liceo “Vito Capialbi”.

Informazione pubblicitaria

«Abbiamo deciso di arricchire questa giornata – fa sapere Silvestro Scalamandrè, presidente Anpi Vibo Valentia -, contestualizzandola ed attualizzandola con molti interventi che richiamano al mondo del lavoro, dei suoi sacrifici e tante volte dei diritti negati, dei migranti e dei loro sacrifici e delle loro speranze, alle esperienze di libertà ed impegno civile».

Per l’occasione, sarà presente anche il segretario regionale della Cgil Calabria, Angelo Sposato.

«Sentiamo – prosegue Scalamandrè – forte il dovere civile e morale di impedire che su quelle tristi e drammatiche pagine di storia cali il silenzio e l’oblio, nella consapevolezza, che la memoria storica, come ci ricorda Primo Levi, è un freno a che ciò che è accaduto possa ritornare. Ciò che sta avvenendo in questo momento in molte parti dell’Europa, ove si costruiscono muri di filo spinato per impedire a degli esseri umani, che fuggono dalle guerre e dalla fame, di cercare una via di salvezza, è motivo di grande preoccupazione che necessita della mobilitazione di ogni coscienza civile, per respingere in ogni luogo, l’onda dilagante del razzismo, della xenofobia e del populismo che storicamente hanno spianato la strada ai fascismi. Nella serata, dunque, musicisti accompagneranno la lettura di poesie, pensieri, riflessioni».