Arte contemporanea, ecco i vincitori dell’ottava edizione del Premio Limen

Sabato la premiazione con la partecipazione del sottosegretario ai Beni Culturali Dorina Bianchi e del direttore di Palazzo Reale di Milano Domenico Piraina

Sabato la premiazione con la partecipazione del sottosegretario ai Beni Culturali Dorina Bianchi e del direttore di Palazzo Reale di Milano Domenico Piraina

Informazione pubblicitaria
Studenti in visita al Museo Limen

A pochi mesi dall’apertura ufficiale del Museo Lìmen di Vibo Valentia, «che ha offerto al territorio calabrese una nuova e importante realtà espositiva per l’arte contemporanea», sono stati resi noti i vincitori dell’ottava edizione dell’omonimo premio: si tratta di Giovanni Caloro, Laura Canali, Andrea Zampellas, Vito Sardano, Angela Consoli, Maria Pia Daidone, Nuccio Schepis, Isidoro Esposito e Diego Cataldo. A questi vanno aggiunte le menzioni speciali per Antonio La Gamba e Antonio Montesanti. Artisti di provenienze e medium espressivi diversi, che fanno parte del nutrito gruppo che da poco è entrato nella collezione permanente del Museo, arricchendone la già corposa composizione.

Successo per l’esordio del Museo Limen, mostra prorogata fino al 18 febbraio

«La trasformazione della nostra collezione in un vero e proprio museo si è dimostrata un’idea vincente – dice il presidente della Camera di Commercio Michele Lico – in pochi mesi sono stati moltissimi i visitatori e questo spazio genera interesse a livello nazionale. Abbiamo dimostrato costanza portando avanti il Premio in questi anni, e questo lo ha trasformato in un riconoscimento prestigioso e ambito».

La cerimonia di premiazione sarà aperta al pubblico e si terrà sabato 18 febbraio alle 17.30 presso il Complesso Valentianum di Piazza San Leoluca, magnifico edificio storico che ospita il Museo e la Camera di Commercio.

Arte contemporanea, a Vibo Valentia inaugurato il Museo Lìmen

«Per noi cultura deve significare educazione alla legalità e sviluppo economico. Lo stesso Mibact ha messo in campo politiche per la valorizzazione dei piccoli e medi centri: il turismo non è più monopolio delle grandi Città e un Museo come questo può essere un punto di partenza importante per costruire un turismo culturale anche a Vibo» dice Donatella Romeo, segretario generale della Camera di Commercio e direttore del Museo Lìmen.