Festa del Santo patrono, Vibo accoglie Dinami per il “Comunitarium 2017”

L’evento è in programma per il 4 marzo in occasione della ricorrenza di San Leoluca, slittata dal primo marzo per la concomitanza con il mercoledì delle ceneri. Ecco il programma completo delle celebrazioni

L’evento è in programma per il 4 marzo in occasione della ricorrenza di San Leoluca, slittata dal primo marzo per la concomitanza con il mercoledì delle ceneri. Ecco il programma completo delle celebrazioni

Informazione pubblicitaria
Il Duomo di Santa Maria Maggiore e San Leoluca a Vibo

Con lo sguardo e l’attenzione alle popolazioni colpite dal terremoto verificatosi nel Centro Italia, la Parrocchia di San Leoluca celebra il quindicesimo anno del “Comunitarium”, testimonianza del patrono e momento di piena condivisione, gioia, preghiera e amicizia.

«La Chiesa – si legge in una nota – incontra nel suo cammino il popolo della provincia di Vibo Valentia che annualmente si dà appuntamento nel Duomo di Santa Maria Maggiore e San Leoluca per vivere un intenso momento all’insegna del motto “insieme si cresce nella verità e nella carità”».

La concomitante ricorrenza del mercoledì delle ceneri il 1 marzo ha fatto slittare a sabato 4 marzo l’evento che vedrà protagonisti la comunità vibonese e quella di Dinami, nella consapevolezza che il momento  rappresenta «l’esempio meraviglioso e di stile sinodale – come si legge in un passaggio della lettera pastorale 2016/2017 del vescovo Luigi Renzo – datoci dalla comunità di Gerusalemme in quanto modello inconfondibile e significativo a cui guardare ed educarci anche noi. Cogliamo subito che la sinodalità come impegno a camminare insieme verso gli stessi obiettivi deve caratterizzare il modo ordinario dell’essere Chiesa. Nel suo significato etimologico-linguistico sinodalità indica, infatti, una Chiesa che nella sua natura cammina insieme agli altri, li incontra, si confronta con loro, condivide le scelte, gli orientamenti, gli obiettivi».

Quest’anno, come detto, Vibo Valentia vivrà il “Comunitarium” con la popolazione di Dinami tentando di «meglio approfondire, affratellarsi e guardare insieme verso un futuro più umanizzante e volto a superare l’egocentrismo e l’individualismo nella certezza che occorre riconoscersi cristiani autentici, più attenti alle identità, ai bisogni e alle speranze dei nostri fratelli».

Il parroco don Antonio Purita e il vicario don Maurizio Macrì, stanno curando con il massimo impegno l’evento che continua ad essere uno dei momenti più esaltanti dell’impegno della parrocchia.

Il programma messo in piedi per la solenne ricorrenza della festa di San Leoluca prevede l’avvio delle celebrazioni con la santa messa, alle ore 11, presieduta dal vescovo della diocesi, Luigi Renzo, animata dal coro Magnificat.

Alle ore 12 l’omaggio floreale al simulacro di San Leoluca ad opera dei Vigili del Fuoco.

Il “Comunitarium” prenderà il via alle ore 17 con l’accoglienza in Duomo della Comunità di Dinami, guidata dal sindaco Maria Ventrice, da parte della Comunità Vibonese e delle autorità civili e religiose.

Alle 18 verranno aperte e superate “le porte del Tempo” e la successiva celebrazione della Santa Messa sarà presieduta dal parroco di Dinami, don Rocco Suppa e animata dal coro locale.

Quindi la consegna ufficiale, da parte della Comunità Vibonese alla Comunità di Dinami del “Comunitarium 2017” e firma della dichiarazione dell’impegno comune da parte del sindaco di Vibo, Elio Costa e di Dinami, Maria Ventrice.

La conclusione dell’evento è per le 19,30 nel teatrino del Valentianum, dove avverrà il taglio della “Torta del Comunitarium”.