Monterosso, mostra al Comune per un Natale all’insegna dell’arte – Video

L’evento proposto dalla Pro loco con l’organizzazione tecnica dell’associazione NoveArt di Vibo, ha ospitato le opere di 16 artisti calabresi
L’evento proposto dalla Pro loco con l’organizzazione tecnica dell’associazione NoveArt di Vibo, ha ospitato le opere di 16 artisti calabresi
Informazione pubblicitaria
La mostra al Comune di Monterosso
Informazione pubblicitaria

Un Natale all’insegna dell’arte, quello proposto dalla Pro loco di Monterosso Calabro con la mostra artistica “NataleinArte… a BorgoMonterosso”, allestita presso il palazzo municipale del piccolo centro delle Preserre vibonesi, noto per la presenza del polo museale e per i riconoscimenti Internazionali ricevuti in ambito turistico e culturale. L’organizzazione tecnica dell’evento è stata curata dall’associazione artistico-culturale “NoveArt” di Vibo Valentia, che ha assicurato la partecipazione di 16 artisti calabresi: Amalia Alia, Lilla Calello, Alfredo Campagna, Italo Cosenza, Rocco Elia, Irene Fazzari, Antonella Fortuna, Celeste Fortuna, Tonino Gaudioso, Beniamino Giannini, Antonio Salvatore Maio, Francesco Naccari, Marianna Nadile, Alba Nisticò, Daniela Sibbio, Grazia Varone. Oltre cinquanta le opere esposte.

La cerimonia di inaugurazione della collettiva d’arte è avvenuta a ridosso delle festività natalizie, presso i saloni di rappresentanza del nuovo palazzo municipale e ha visto la partecipazione di un folto pubblico e di tanti artisti provenienti da tutta la regione. A fare gli onori di casa il sindaco Antonio Giacomo Lampasi, che ha voluto rimarcare l’impegno dell’amministrazione comunale per la promozione culturale e per il supporto dato alle associazioni, per consentire alle stesse di poter espletare al meglio le precipue attività istituzionali, anche attraverso la disponibilità di adeguate location, come quella ove è stata allestita la mostra. Da parte sua, il presidente della Pro loco, Soccorso Capomolla, richiamando la forte tradizione artistica di Monterosso, ben testimoniata dalla Biennale d’Arte e dalla presenza di valenti artisti monterossini, ha inteso esaltare le forti emozioni suscitate da una sala consiliare così prorompente di variegate espressioni artistiche. Ha, quindi, evidenziato come l’odierno evento costituisca la degna conclusione dell’edizione 2019 de “I Cenacoli Monterossini”, il nuovo format culturale voluto dall’associazione per promuovere le risorse turistico-culturali del territorio e che tanto gradimento ha ricevuto durante tutto il decorso anno.

Concludendo il suo intervento, Capomolla ha preannunciato che l’edizione del 2020 dei Cenacoli si aprirà il 20 gennaio, con la presentazione del Libro “San Nicola, il Santo più venerato in Calabria”, di monsignor Luigi Renzo. La presidente dell’associazione “NoveArt”, Celeste Fortuna, ha presentato il sodalizio e la sua “mission”, evidenziando l’impegno profuso dallo stesso per fare ampliare la conoscenza della cultura artistica ed artigianale, in genere, attraverso contatti fra persone, enti ed associazioni ed allargare gli orizzonti didattici di educatori, insegnanti ed operatori sociali, affinché sappiano trasmettere l’amore per l’arte come un bene per la persona e come valore sociale.

Lo scultore Giuseppe Farina, già responsabile della Biennale d’Arte, ha portato il saluto del mondo artistico, incoraggiando gli artisti presenti a non demordere e portare avanti questi progetti di promozione che, certamente, contribuiranno alla crescita sociale e civile delle comunità. A concludere gli interventi l’antropologo Giuseppe Cinquegrana, referente scientifico de “I Cenacoli Monterossini”, che, dopo aver riassunto i positivi traguardi raggiunti nel 2019 dal format culturale ideato dalla pro loco, nelle vesti di critico d’arte, ha introdotto il pubblico in un immaginario percorso estetico fra le opere esposte nei saloni comunali.

Informazione pubblicitaria