sabato,Settembre 25 2021

Musica colta a Palazzo Santa Chiara, oggi il concerto dell’Accademia d’archi Arrigoni

L’ensemble, diretta dal maestro Domenico Mason, si esibirà oggi pomeriggio alle 18 con la partecipazione dei violinisti Laura Bortolotto e Christian Sebastianutto.

Musica colta a Palazzo Santa Chiara, oggi il concerto dell’Accademia d’archi Arrigoni

È in programma per oggi, alle 18 presso l’auditorium di Palazzo Santa Chiara Sistema bibliotecario vibonese, il concerto dell’Accademia d’archi Arrigoni, diretta dal maestro Domenico Mason con la partecipazione dei violinisti Laura Bortolotto e Christian Sabastianutto, organizzato da Ama Calabria con il sostegno del Mibact e della Regione Calabria nell’ambito del programma degli eventi storicizzati.

Il concerto, reso possibile dal sostegno della Fondazione bancaria Cassa risparmio di Udine e Pordenone, arricchisce la stagione Ama Calabria, il più importante network di musica colta della regione. L’Accademia d’archi Arrigoni si propone di creare un laboratorio musicale rivolto ai giovanissimi talenti, per l’apprendimento e l’approfondimento delle tecniche strumentali e musicali nell’ambito del violino, della musica da camera e di quella orchestrale, avvalendosi d’insegnanti preparati a fornire il miglior apporto tecnico e musicale.

Di grande valore i due solisti: Laura Bortolotto si è diplomata in violino a soli 14 anni presso il Conservatorio G. Tartini di Trieste con il massimo dei voti, la lode e la menzione speciale di merito. Christian Sebastianutto già prima del diploma in violino conseguito presso il Conservatorio “J.Tomadini” di Udine con il massimo dei voti e la lode sotto la guida di Giuliano Fontanella, è risultato vincitore di numerosi concorsi.

Di particolare interesse il programma che comprende il Concerto per Violino in Re minore di Mendelssohn eseguito da Christian Sebastianutto, il Rondò in La magg. per Violino e Archi di Schubert interpretato da Laura Bortolotto che propone anche di F. Waxman “Carmen Fantasy” basata sui Temi dell’Opera di Georges Bizet. Il concerto si concluderà con la Sinfonia per archi n. 8 in Re magg. di Mendelssohn.

top