Il Club per l’Unesco presenta “Tropea 1782” per raccontare la nobile storia della città

L’opera pittorica, realizzata dall’illustratore e designer inglese Paul Draper, è prodotta in tiratura limitata e rappresenta una suggestiva veduta area dell’abitato nell'anno antecedente il terremoto

L’opera pittorica, realizzata dall’illustratore e designer inglese Paul Draper, è prodotta in tiratura limitata e rappresenta una suggestiva veduta area dell’abitato nell'anno antecedente il terremoto

Informazione pubblicitaria
L'illustratore inglese Paul Draper e l'opera Tropea 1782
Informazione pubblicitaria

Il Club per l’Unesco di Tropea presenta l’opera Tropea 1782, «un’altra delle preziose iniziative artistiche con le quali conferma e mantiene l’impegno a promuovere la valorizzazione culturale nel territorio, al fine di continuare ad esaltarne lo splendore naturale, in assoluta sintonia con il potenziale sensibile ed intellettuale, orientando alla predilezione di ogni forma di reale ed oggettiva bellezza».

Informazione pubblicitaria

L’Opera, realizzata dal noto illustratore e designer inglese Paul Draper, di fama internazionale, specializzato in vedute aeree e prospettive di edifici progettati, ma mai costruiti, o costruiti, ma in seguito demoliti, «riflette (come il resto delle sue creazioni a penna e inchiostro, ad acquerello), incarna ed esprime, la passione per la prospettiva con dettaglio architettonico, sublimando armonicamente eleganza ed espressione pittorica».

Tropea 1782, prodotta in tiratura limitata, certificata ed autografata a mano, racconta la nobile storia, con le immagini anziché con le parole, della città dell’epoca, secondo una stupefacente veduta aerea – immaginata e riprodotta come potrebbe essere stata nell’anno antecedente il terremoto del 1783 – impressa con acquerello a tecnica mista, seguendo le norme visive e le tecniche artistiche dell’illustrazione architettonica.

L’irrinunciabile perla pittorica rappresenta, dunque, «non solo il pregio di un esemplare dal gusto raffinato e perfettamente esponibile nel classico quanto nel moderno, ma l’adesione ad un’intuizione d’eccezionale valenza, ad arricchire la conoscenza, la divulgazione e la diffusione di ciò che include Tropea, la Calabria e l’Italia intera, tra le eccellenze geografiche, artistiche, storiche e culturali».

L’evento di presentazione – patrocinato dalla Regione Calabria, dal Comune di Tropea e della Provincia di Vibo Valentia -, dal titolo Londra & Tropea nell’opera di Paul Draper – Ricostruzione storica fantastica, avrà luogo giovedì 25 maggio alle 17 nella Chiesa di Santa Chiara in Largo Ruffa, a Tropea: la prestigiosa location, per l’occasione, verrà ulteriormente arricchita dall’esposizione delle altre opere: “Londra” – Una ricostruzione sui progetti di C. Wren, di Paul Draper; “Tropea ricostruita” – Prospettiva aerea di Tropea nel 1782, di Paul Draper; “Tropea mitizzata”, raffigurazione allegorico-satirica della nascita di Tropea dal mare di Luigi Giffone; “Tropea celebrata” – Visioni per un “Dialogo con la storia” attraverso l’arte.

Presiederà l’evento Giuseppe Maria Romano, presidente del Club Unesco di Tropea. Allo stesso prenderanno parte Dorina Bianchi, sottosegretario di Stato ai Beni culturali; Giovanni Buquicchio, presidente Commissione europea per la democrazia attraverso il diritto, Teresa Gualtieri vice presidente nazionale Ficlu; mentre i relatori saranno don Ignazio Toraldo di Francia, direttore Museo Diocesano di Tropea, Angela Accordon direttrice del Polo Museale della Calabria, Giuseppe Lonetti, Facoltà di Architettura – Università Mediterranea di Reggio Calabria; il londinese Paul Draper illustratore di Architettura e Designer, Luigi Giffone architetto con esperienza internazionale. Modererà l’evento Emilio Minasi, architetto.

Il sito internet dal quale è possibile recepire maggiori informazioni sull’evento è www.tropea1782.it