“Desiderio e speranza”, a Vibo Marina va in scena il Grest della felicità (VIDEO)

L’oratorio estivo, in programma fino al 30 giugno, è promosso dalla parrocchia Maria SS. del Rosario di Pompei guidata da monsignor Saverio Di Bella

L’oratorio estivo, in programma fino al 30 giugno, è promosso dalla parrocchia Maria SS. del Rosario di Pompei guidata da monsignor Saverio Di Bella

Informazione pubblicitaria
Un momento del Grest di Vibo Marina

Desiderio e speranza”, è il tema formativo dell’oratorio estivo organizzato dalla parrocchia Maria SS del Rosario di Pompei di Vibo Marina. Settanta bambini, di età compresa tra i cinque e gli undici anni, vivranno momenti ludici, didattici, formativi, di catechesi e anche creativi con gli appositi laboratori.

«Tutti abbiamo bisogno di desideri. Quello predominante è il sogno di una vita serena. L’uomo però va guidato. Non tutte le aspirazioni conducono per la retta via. Ci donano infatti felicità di breve durata e poi ci lasciano in preda alla tristezza», ha affermato il parroco monsignor Saverio Di Bella che ha spiegato il tema delle giornate.

«La speranza è una virtù fondamentale – ha continuato monsignor Di Bella – su di essa dobbiamo fondare la nostra vita, certi che la nostra esistenza non finisce sulla terra. I nostri piedi devono essere ben fissati a terra, ma gli occhi devono essere rivolti sempre al Cielo».

A guidare i piccoli ci pensano gli animatori, volontari attenti e premurosi che hanno nel cuore il proposito di sorreggere gli “scolaretti” nella crescita. «Cerchiamo di trasmettere loro dei valori che non imparano tra i banchi di scuola. Oggi abbiamo parlato di amicizia, fratellanza» afferma Chiara che si poi sofferma per qualche istante a sorridere e soggiunge: «penso alla purezza di un bambino che ha esordito così: “ma io conosco l’amicizia!”» e stende le braccia verso il compagno accanto.

«“Lui è mio amico. Mi sta vicino, gioca con me e mi vuole bene anche quando lo faccio arrabbiare!”. Non poteva descriverla meglio! Devo dire che capita spesso che loro insegnino a noi», ha concluso Chiara. Uno scambio vicendevole che arricchisce e fa crescere in egual misura. Oggi la giornata è stata dedicata alla dimostrazione delle unità cinofile “Aquile di Calabria”. Gli istruttori hanno permesso, a grandi e piccini, di conoscere la bellezza di un rapporto amicale tra uomo e cane.

Un momento tanto atteso, soprattutto dai bambini, che non hanno esitato ad avvicinarsi ai loro nuovi amici. Dell’evento, che è iniziato il 14 e si concluderà il 30 giugno, è partner l’emittente televisiva LaC Tv.