Soriano, ecco il calendario delle manifestazioni estive

Presentato il cartellone che prevede concerti di musica classica e leggera, presentazione di libri e concorsi di bellezza. Molto atteso il Festival “Musicae & rovine”

Presentato il cartellone che prevede concerti di musica classica e leggera, presentazione di libri e concorsi di bellezza. Molto atteso il Festival “Musicae & rovine”

Informazione pubblicitaria
Il chiostro conventuale di Soriano

È stato presentato dall’amministrazione comunale di Soriano Calabro, il calendario delle manifestazioni estive programmate per i mesi di luglio, agosto e settembre. Un calendario che prevede concerti di musica classica e leggera, uno di musica etno-popolare, un evento dedicato alla bellezza femminile con una tappa di “Miss Italianissima” e diverse presentazioni di libri alla presenza di giornalisti, scrittori, registi.

In particolare è stato reso noto il cartellone del Festival “Musicae & rovine”, giunto alla sesta edizione e che si tiene tra le antiche rovine del parco archeologico e monumentale di San Domenico. I concerti si terranno tutti alle ore 21.45 e con il seguente calendario:

28 luglio, G. F. Haendel: Musica sull’acqua;
4 agosto, G. P., Telemann: Concerto in Re Maggiore per tromba, archi e continuo;
18 agosto, A. L.Vivaldi: Le Quattro Stagioni;
30 agosto, J. S. Bach: Concerti Branderburghesi.

«Quest’ultimo festival – fa sapere il sindaco Francesco Bartone – vede impegnate piccole orchestre costituite da musicisti di vari conservatori italiani, e ha l’obiettivo di promuovere la città con i suoi tesori storici e d’arte, ma anche invitare un pubblico colto e appassionato a trascorrere quattro piacevoli serate in un luogo sublime e pittoresco giusto per ricreare un’atmosfera barocca. Perciò – invita il sindaco sorianese – venite a Soriano a prendere un caffè, un pretesto per assaporare arte, musica, intrattenimento e cultura».

LEGGI ANCHE:

La Biblioteca Calabrese di Soriano al Salone del libro di Torino con le opere di Alvaro

Soriano meta di turismo culturale: sono quattromila le presenze dall’inizio dell’anno