Mileto, continua l’ascesa artistica del maestro Roberto Giordano

Prenderà il via questa sera a Cremona la nuova tournée del pianista miletese. Nei prossimi mesi, previsti concerti in Messico, a Bruxelles, Liegi, Milano e in Giappone

Prenderà il via questa sera a Cremona la nuova tournée del pianista miletese. Nei prossimi mesi, previsti concerti in Messico, a Bruxelles, Liegi, Milano e in Giappone

Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria

Continua l’ascesa del maestro di pianoforte miletese Roberto Giordano. Questa sera l’artista terrà un recital nella Sala Stradivari di Cremona “Mondo Musica”, la manifestazione più importante al mondo per gli strumenti musicali, nell’ambito di un programma di eventi Yamaha che vedrà tra i protagonisti gente del calibro della pianista Valentina Lisitsa.

Informazione pubblicitaria

Archiviato il concerto cremonese, nei prossimi mesi Giordano si trasferirà, dapprima in Messico, per tre recitals e due masterclass, e subito dopo a Bruxelles, Liegi e Milano. Il concerto previsto per il prossimo 19 novembre nella suggestiva cornice di Villa Litta a Lainate, verrà tra l’altro filmato con la regia di Pietro Tagliaferri. All’inizio del 2018 il pianista miletese pubblicherà due nuovi Cd monografici su Brahms e Mendelssohn, registrati lo scorso agosto a Monza per l’etichetta Bottega Discantica, il primo dei quali sarà poi presentato ufficialmente durante la tournée in Giappone, già programmata per il prossimo mese di marzo.

 È di questi giorni, invece, la trasmissione sul canale Sky Classica del video “Roberto Giordano plays Chopin”, registrato a Piacenza nel 2010. Nato nel 1981, Roberto Giordano si è diplomato a soli diciotto anni all’Ecole Normale de Musique «A. Cortot» di Parigi. Nel 2003, il premio al “Concours Musical International ReineElisabeth de Belgique” di Bruxelles, lo rivela all’attenzione della critica internazionale e delle maggiori istituzioni concertistiche del mondo. Da allora è stato ospitato nei più grandi teatri del mondo. Ha suonato regolarmente con il basso-baritono Josè Van Dam. Nel 2004 Gérard Corbiau, regista del film “Farinelli”, su di lui ha realizzato uno speciale-biografia dal titolo “Roberto Giordano d’un monde à l’autre”. Numerosi sono i Cd e Dvd al suo attivo. Dopo la nomina di artista di chiara fama da parte del governo belga, attualmente affianca alla carriera concertistica anche la docenza di pianoforte principale all’Institut Supérieur de Musique et Pédagogie di Namur, al Conservatorio “F.Cilea” di Reggio Calabria e all’Accademia pianistica “Incontri col Maestro” di Imola.