L’arte di Lorenzo sul libro dedicato a Rodari: «Usciremo a riveder le stelle»

In piena epoca di Covid arriva il messaggio di speranza di un ragazzo speciale che ha fatto della disabilità uno stimolo in più: «Vedere il mio disegno sulla copertina mi ha reso felice»
In piena epoca di Covid arriva il messaggio di speranza di un ragazzo speciale che ha fatto della disabilità uno stimolo in più: «Vedere il mio disegno sulla copertina mi ha reso felice»
Informazione pubblicitaria
Lorenzo con il sindaco Limardo

La disabilità come un valore aggiunto, un punto di forza. È questo il messaggio più forte della storia di Lorenzo. Il 18enne originario di San Costantino di Briatico frequenta  il quarto anno del liceo artistico Colao di Vibo Valentia e, come i compagni delle superiori, sta seguendo le lezioni a distanza a causa della emergenza sanitaria. Così come accaduto durante i mesi primaverili in pieno lockdown: «In quel periodo stavamo studiando Dante  e mi aveva molto colpito una frase in particolare, “E quindi uscimmo a riveder le stelle”. Il disegno che ho fatto rappresenta l’uscita da questa epidemia molto brutta».

Il disegno di Lorenzo come copertina di un libro

Il suo lavoro non è rimasto relegato nelle mura domestiche ma è andato lontano. È infatti stato scelto come copertina di un libro dedicato a pensieri, disegni e poesie pubblicato in occasione dei cento anni dell’autore Gianni Rodari. L’iniziativa ha coinvolto diverse scuole – Don Bosco, De Amicis, Garibaldi, Murmura e Vespucci – ed è stata portata avanti dall’assessorato alla Cultura del Comune di Vibo.

L’impegno di scuole e Comune di Vibo

Lorenzo Bagnato con la sua opera

Tutti gli elaborati dei ragazzi sono stati riuniti in una raccolta dal titolo “Cosa vedo, sento, dico e scrivo al tempo di Covid-19”. Tra i protagonisti della raccolta, anche Lorenzo. Oltre all’amore per l’arte è riuscito a trasmettere tutta la sua sensibilità riguardo un tema delicato, quello del Coronavirus, che tanto ha stravolto le vite di intere comunità. Il periodo dell’emergenza sanitaria viene rappresentato come un momento buio «ma – fa presente il giovane studente- si intravede una luce in fondo al tunnel».

Una piccola nota di speranza in un momento difficile che ha colpito anche il sindaco di Vibo Maria Limardo. Pertanto, il primo cittadino, in occasione della presentazione ufficiale realizzata in video-collegamento alcuni giorni addietro, ha voluto accanto anche Lorenzo. La sua opera, ci spiega ancora il 18enne, è stata confezionata con materiali di riciclo: «Il fatto che sia stata scelta come copertina, mi ha reso davvero molto felice», aggiunge.

L’incontro al Comune di Vibo

Il progetto è partito lo scorso anno scolastico. Lorenzo era seguito dell’insegnante di sostegno Mariella Primavera: «È stata lei – fa presente il papà Pino Bagnato, presidente anche dell’Associazione italiana persone down, sezione Vibo Valentia- a sollecitarlo e ad iscriverlo al concorso. É stato aiutato dalla mamma e poi scuola e Comune hanno fatto il resto. Per noi è stata una sorpresa inaspettata e ne siamo orgogliosi».