Un concerto di Otello Profazio nel carcere di Vibo, domani l’iniziativa dei Lions

La sezione provinciale dell'associazione, presieduta da Nicola Fusca, ha promosso l'esibizione del noto cantautore calabrese nell'ambito di un più ampio progetto solidaristico e formativo

La sezione provinciale dell'associazione, presieduta da Nicola Fusca, ha promosso l'esibizione del noto cantautore calabrese nell'ambito di un più ampio progetto solidaristico e formativo

Informazione pubblicitaria

Un concerto di Otello Profazio, il più noto cantautore folk calabrese, nel carcere di Vibo. È questo il cuore dell’iniziativa promossa dal Club Lions di Vibo Valentia, fortemente voluta dal presidente Nicola Fusca. 
«L’obiettivo – spiega Fusca – è un concreto atto di solidarietà, di condivisione umana verso chi è svantaggiato. Sono certo che il concerto di Profazio costituirà per i detenuti un momento di serenità, di gioia, capace di andare oltre gli steccati sociali e i pregiudizi. Un modo di abiurare l’indifferenza e di avvicinarci a ognuno di loro». 

L’esibizione di domani del cantautore calabrese, rientra in un progetto più ampio denominato “Lions per la Casa Circondariale di Vibo Valentia”, che ha già avuto un primo importante momento giovedì scorso, quando si è tenuto un incontro a carattere formativo con i detenuti, al quale hanno partecipato l’avvocato Michele Roccisano, studioso di storia e tradizioni popolari, e la docente dell’Istituto Galilei di Vibo, Cinzia Catanoso.

Un ulteriore appuntamento è fissato per il 5 gennaio, con un incontro con la direzione del carcere e la polizia penitenziaria, al quale parteciperà nuovamente anche Otello Profazio.

«L’ascolto delle canzoni – conclude Fusca – unito all’ascolto di se stessi, può essere parte di un percorso straordinario sulla via del recupero. Proprio partendo da una riflessione su se stesso, il detenuto, come del resto chiunque altro, può muovere il primo passo per dare un indirizzo più consapevole alla propria vita».