Vallelonga, successo per la XXXVI edizione del concerto di Natale

L’evento musicale si è svolto all’interno della basilica-santuario “Santa Maria di Monserrato”, alla presenza di un pubblico proveniente da tutta la Calabria

L’evento musicale si è svolto all’interno della basilica-santuario “Santa Maria di Monserrato”, alla presenza di un pubblico proveniente da tutta la Calabria

Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria

Nonostante il freddo pungente e le condizioni non certo ottimali, è perfettamente riuscita la XXXVI edizione del concerto di Natale svoltasi nella basilica-santuario “Santa Maria di Monserrato” di Vallelonga. Davanti ad un pubblico di appassionati numeroso, proveniente da tutta la Calabria, nell’occasione si sono esibiti i musicisti: Antonietta Pisano (soprano), Maria Concetta Galante e Mariagrazia Rizzuto (mezzosoprani), Sergio Sangiuliano (tenore), Nicola Chimirri (basso), Cristiano Brunella e Antonella Curcio (violini), Rosa Eleonora Fabiano (flauto) e Domenico Bellissimo (organo), affiancati dal coro “Santa-Maria di Monserrato” diretto dal maestro don Vincenzo Barbieri. 

Informazione pubblicitaria

Il programma del concerto ha previsto brani prettamente natalizi quali: la Pastorale per il Santissimo Natale di Torelli, la Pastorale di Heinechen, l’inno gregoriano di Sant’Ambrogio “Veni Redemptor Gentium” il Corale di Bach per organo solista “Num komm, der Heiden Heiland” BWV 661 e dulcis in fundo la prima esecuzione assoluta in Calabria della Pastorale “In Nativitatem D.N.J.C. Canticum” op. 414 di M.A. Charpentier. Ottime le esecuzioni dei vari protagonisti impegnati all’evento, tra l’altro suggellate dagli scroscianti applausi finali del pubblico. Il Concerto di Natale di Vallelonga anche quest’anno è stato organizzato dall’associazione culturale “Monserrato” e dal maestro don Vincenzo Barbieri, che ormai da decenni si prodigano per portare cultura e coltivare l’amore per la musica in un paese di appena 700 abitanti. 

Il tutto, anche in virtù del fatto che la basilica-santuario di Vallelonga vanta dalla sua un organo di circa 4000 canne, terzo per dimensioni e potenza in Calabria, dopo quelli del duomo di Reggio Calabria e della basilica-cattedrale di Mileto. Tra gli obiettivi degli organizzatori, anche quello di valorizzare sempre più il prezioso strumento musicale, nonostante da tempo attenda di essere oggetto di importanti interventi di revisione.