Artigianato e tradizione: Rocco Lico, l’ultimo stagnino di Pizzo (VIDEO)

In un piccolo laboratorio del centro storico resiste un’attività antica e affascinante: quella della lavorazione della lamiera zincata da cui prendono forma oggetti di uso quotidiano. Saverio Caracciolo l’ha documentata per la trasmissione LaC Storie

In un piccolo laboratorio del centro storico resiste un’attività antica e affascinante: quella della lavorazione della lamiera zincata da cui prendono forma oggetti di uso quotidiano. Saverio Caracciolo l’ha documentata per la trasmissione LaC Storie

Informazione pubblicitaria
Rocco Lico, ultimo stagnino di Pizzo
Informazione pubblicitaria

Rocco Lico, ormai l’ultimo stagnino di Pizzo, realizza vari oggetti di uso quotidiano in lamiera zincata: dalle oliere ai candelieri, dai misurini per pasta e farina agli imbuti fino alle grondaie. 

Informazione pubblicitaria

Già all’età di due anni, suo padre lo portava con sé nella bottega tramandandogli un mestiere a metà tra arte e tradizione. Lico, ancora oggi, all’età di 78 anni, opera in quella stessa bottega. E racconta al videoreporter Saverio Caracciolo che lo ha incontrato per la trasmissione LaC Storie, quanto grande è il sentimento che lo lega alla sua famiglia e al suo lavoro.

LEGGI ANCHE:

L’antico rito del sapone fatto in casa resiste a Dasà (VIDEO)