“Quasi morta per una pasticca d’ecstasy”, la storia di Giorgia Benusiglio cattura gli studenti di Vibo (VIDEO)

Le testimonianza di una giovane che ha rischiato di perdere la vita raccontata agli allievi dei licei Colao e Morelli in un’iniziativa tenutasi al PalaValentia

Le testimonianza di una giovane che ha rischiato di perdere la vita raccontata agli allievi dei licei Colao e Morelli in un’iniziativa tenutasi al PalaValentia

Informazione pubblicitaria
La testimonianza al PalaValentia
Informazione pubblicitaria

La testimonianza di una giovane che ha rischiato di perdere la vita per una pasticca di ecstasy. Scampata alla morte, Giorgia Benusiglio ha scelto di raccontare la sua esperienza, affinché altri adolescenti non corressero lo stesso rischio.

Informazione pubblicitaria

E Giorgia ha raccontato la sua particolare storia agli studenti del liceo classico Morelli e del liceo artistico Colao al PalaValentia. Ad organizzare l’iniziativa, oltre ai due istituti scolastici vibonesi, anche la Volley Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia che ha ospitato la manifestazione all’interno dell’impianto sportivo.

Vuoi trasgredire? Non farti”: partendo da questo spunto, divenuto il titolo del libro di Giorgia Benusiglio, gli allievi hanno dialogato con l’autrice rispetto alla prevenzione alla sensibilizzazione giovanile contro le sostanze stupefacenti. Ad introdurre i lavori, la professoressa Nadia Viapiana, quindi i saluti del dirigente scolastico Raffaele Suppa e delle altre autorità presenti. 

Giorgia Benusiglio ha quindi interagito con gli studenti, spiegando loro come sia riuscita a scampare all’ecstasy e, soprattutto, il prezzo pagato: un trapianto di fegato che, quasi miracolosamente, le ha restituito la vita.