Filadelfia pronta per una nuova edizione del Premio Barone

Iniziativa fortemente voluta dalla famiglia del legale e dalla dirigente scolastica per avvicinare i giovani alla storia dell’antico borgo di Castelmonardo. Due le tracce sulle quali si cimenteranno gli alunni
Iniziativa fortemente voluta dalla famiglia del legale e dalla dirigente scolastica per avvicinare i giovani alla storia dell’antico borgo di Castelmonardo. Due le tracce sulle quali si cimenteranno gli alunni
Informazione pubblicitaria
L’avvocato Giovandomenico Barone

La spensieratezza e l’entusiasmo dei bambini come “antidoto” al coronavirus. La famiglia Barone, d’intesa con la dirigente dell’Istituto comprensivo statale di Filadelfia Maria Viscone, conferma anche per quest’anno lo svolgimento del Premio “Avv. Giovandomenico Barone”, rivolto agli studenti delle V classi delle scuole primarie di Filadelfia, Francavilla e Polia.
«I nostri bambini sono la nostra forza – afferma la signora Elena Mastronardi Barone – ancor di più in questo momento così difficile, che ci ha privato anche delle nostre relazioni, costringendoci a rinunciare a quei piccoli gesti della vita quotidiana che ci scaldavano il cuore. Come gli abbracci, dei quali sentiamo così forte la mancanza. Il loro sorriso, coperto dalla mascherina, trapela comunque dai loro occhi ed è quello che ci aiuta a sperare che questa pandemia finirà presto. Solo i più piccoli ci regalano questa fiducia. Ecco perché, contagiati da quell’ottimismo che ha sempre contraddistinto mio marito, abbiamo deciso di non fermarci nemmeno quest’anno». [Continua in basso]

Il premio Barone è stato istituito nel 2006 con l’obiettivo di avvicinare giovani e adulti alla storia del paese. «Sento di dover rivolgere un sincero ringraziamento alla famiglia dell’avvocato Barone – dichiara il sindaco Maurizio De Nisi – che a Filadelfia ha dedicato tutta la sua vita. E non solo per avere istituito, quindici anni fa, questa meritoria iniziativa volta ad accendere i riflettori sulla nostra storia, le nostre tradizioni e la nostra memoria. Ma anche per non averla interrotta in questa drammatica pandemia, contribuendo così a infondere nei bambini e negli adulti un messaggio di speranza».
«Il premio Barone, focalizzando l’attenzione sulla storia di Filadelfia e dei paesi limitrofi – afferma la dirigente scolastica – contribuisce a far sì che il velo dell’oblio non scenda sul nostro passato. Anche lo scorso anno, nonostante il lockdown e la scuola chiusa, la partecipazione al concorso è stata corale. Il che conferma come l’iniziativa susciti sempre nei nostri alunni interesse ed entusiasmo».

Le tracce sulle quali gli alunni si cimenteranno saranno due: “Da Castelmonardo a Filadelfia: le fontane” e “I santi patroni”. Come nelle precedenti edizioni, sarà premiato il miglior testo letterario e il miglior testo artistico e ai due vincitori sarà consegnata una borsa di studio per l’acquisto di libri o materiale scolastico. A tutti i bambini partecipanti al concorso sarà donata una piccola coppa e conferito un attestato di partecipazione che riproduce, in un disegno realizzato dall’arch. Diego Maestri, studioso di fama internazionale e cittadino onorario di Filadelfia, l’antica collina di Castelmonardo.

LEGGI ANCHE: Filadelfia, con il “Premio Barone” la storia rivive negli elaborati dei bambini

Premio “Avv. Giovandomenico Barone” a Filadelfia: Claudio Limardi e Gabriel Muzzì i vincitori

Filadelfia: confermata la XIV edizione del Premio “Avv. Giovandomenico Barone”