Arte nel Vibonese, dall’1 marzo i Musei statali di Vibo e Mileto aperti anche il lunedì

Le due strutture, aderendo al progetto predisposto dal Polo museale della Calabria, per tre mesi saranno straordinariamente accessibili ai visitatori anche nel giorno abitualmente destinato alla chiusura 

Le due strutture, aderendo al progetto predisposto dal Polo museale della Calabria, per tre mesi saranno straordinariamente accessibili ai visitatori anche nel giorno abitualmente destinato alla chiusura 

Informazione pubblicitaria
Uno dei preziosi reperti custoditi a Mileto

Dal primo marzo rimarrà aperto al pubblico anche i lunedì il Museo statale di Mileto, vero scrigno di reperti del glorioso trascorso normanno della città, e non solo. La struttura diretta da Faustino Nigrelli, infatti, aderendo al progetto predisposto dal Polo museale della Calabria guidato da Angela Acordon, sarà straordinariamente accessibile ai visitatori anche nel giorno della settimana abitualmente destinato alla chiusura. 

La durata dell’iniziativa, tesa ad incentivare l’offerta dei siti di pertinenza del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo, sarà di tre mesi. L’apertura al pubblico del lunedì, quindi, terminerà il prossimo mese di maggio. Il Museo statale di Mileto ha festeggiato i suoi 20 anni di vita nel 2017. Oggetto di una convenzione tra il Mibact, la diocesi di Mileto-Nicotera-Tropea e il Comune, esso oggi si configura come strumento prezioso ed imprescindibile per la lettura critica della storia millenaria e nobile della città, già capitale della contea normanna e prima sede episcopale latina del Meridione, ponendosi come polo di aggregazione delle istanze culturali provenienti da un territorio che per troppo tempo ha visto mortificato il ruolo prestigioso detenuto fin dalle origini. 

Il museo, attualmente in fase di ampiamento, è ospitato in un’ala dell’ottocento Episcopio adiacente alla cattedrale, ed espone in diverse sale disposte su due piani un patrimonio d’arte di notevole rilevanza, che abbraccia un arco temporale compreso fra l’età tardo imperiale e l’ottocento. Oltre alla struttura statale miletese, nella provincia di Vibo Valentia aderirà al progetto di apertura straordinaria del lunedì anche il Museo archeologico nazionale “Vito Capialbi” della città capoluogo diretto da Adele Bonofiglio, anch’esso afferente al Polo museale della Calabria.