I musei statali di Vibo e Mileto nel coordinamento interregionale Icom

Calabria e Basilicata fanno rete per promuovere il proprio patrimonio artistico e archeologico e la partecipazione attiva al Comitato nazionale

Calabria e Basilicata fanno rete per promuovere il proprio patrimonio artistico e archeologico e la partecipazione attiva al Comitato nazionale

Informazione pubblicitaria
Il Castello Normanno-Svevo sede del Museo di Vibo
Informazione pubblicitaria

È nato ufficialmente a Matera il coordinamento interregionale Icom Italia (International council of museums) di Basilicata e Calabria. Una novità molto attesa nel settore dei Beni culturali, tappa fondamentale di sviluppo sul territorio della realtà organizzativa museale, che non mancherà di produrre frutti copiosi anche nel Vibonese, visto che coinvolge direttamente anche i Musei statali di Vibo Valentia e Mileto di pertinenza del Polo museale della Calabria. 

Informazione pubblicitaria

All’incontro di presentazione dell’iniziativa, svoltosi nella “Città dei Sassi” nella splendida cornice di Palazzo Lanfranchi, sede del Museo nazionale d’arte medievale e moderna della Basilicata, ha partecipato attivamente una delegazione di funzionari del Pmcal guidata dal direttore Angela Acordon, tra cui lo stesso direttore della struttura museale di Mileto Faustino Nigrelli

Il gruppo calabrese era composto anche dal direttore della Galleria Nazionale di Cosenza Domenico Belcastro, dall’architetto Rosanna Baccari, dall’archeologa Rosanna Calabrese e dai funzionari di settore Domenico Bloise e Patrizia Barbuscio. Nell’ambito della riunione costitutiva del nuovo coordinamento interregionale è stata ratificata la nomina del direttivo a capo di Icom Basilicata-Calabria. A guidare per i prossimi anni la struttura è stato chiamato il socio promotore Luigi Zonta. Del consiglio faranno parte anche i direttori dei Poli museali di Calabria e Basilicata, Angela Acordon e Marta Ragozzino

Obiettivo dichiarato della realtà organizzativa associata, ampliare le sedi di confronto museologico e museografico nelle regioni meridionali e promuovere la partecipazione attiva al Comitato nazionale in un momento importante quale l’anno europeo del patrimonio culturale, in vista del 2019, quando Matera rivestirà il prestigioso ruolo di Capitale europea della cultura. Nell’ambito dell’iniziativa, a cui hanno dato il loro contributo anche il presidente Icom Italia Tiziana Maffei e il segretario Valeria Arrabito, già programmati una serie di incontri che si terranno in futuro anche in varie sedi della Calabria.       

 

LEGGI ANCHE:

Arte nel Vibonese, dall’1 marzo i Musei statali di Vibo e Mileto aperti anche il lunedì