“Lo squadrone”, un giovane di Soriano nello staff della fiction sui Cacciatori di Calabria

Si tratta del promettente regista Bruno De Masi, chiamato in qualità di stagista e assistente nella produzione firmata Clipper Media e Rai2

Si tratta del promettente regista Bruno De Masi, chiamato in qualità di stagista e assistente nella produzione firmata Clipper Media e Rai2

Informazione pubblicitaria
Il giovane regista Bruno De Masi
Informazione pubblicitaria

Il giovane regista di Soriano Calabro, Bruno De Masi, al ritorno dal Giffoni film festival, a settembre scorso, è stato chiamato dallo staff di Clipper Media come stagista e assistente, per partecipare insieme alla troupe di Rai2 alla realizzazione della fiction in 4 puntate sul reparto speciale dell’Arma intitolata “Lo Squadrone. Dispacci dalla guerra di ‘ndrangheta”, serie televisiva in quattro puntate che andrà in onda da mercoledì 21 marzo, in seconda serata, su Rai2. 

Informazione pubblicitaria

La fiction, ispirata al lavoro dello Squadrone eliportato Cacciatori di Calabria dei Carabinieri e prodotta da Clipper Media in collaborazione con la Rai e con il sostegno di Calabria Film Commission, sarà presentata in anteprima il 19 marzo al Cinema Moderno di Vibo Valentia, città dove il reparto ha sede, alla presenza tra gli altri del direttore di Rai 2 Andrea Fabiano e del presidente della Regione Calabria, Mario Oliverio. 

Gli episodi, da 50 minuti, scritti e diretti dal regista Claudio Camarca, raccontano uno spaccato reale dell’attività di contrasto alla criminalità organizzata condotta dallo squadrone ma anche sui singoli uomini, sul loro privato. 

Queste le parole di Bruno De Masi riguardo l’esperienza vissuta: «“Lo Squadrone” è stata un’esperienza forte ed emozionante per me, nei giorni delle riprese girate nel versate ionico della Calabria, la sveglia era all’alba per riprendere le varie scene tra fiction e realtà. Stare insieme al gruppo operativo dei cacciatori di Calabria e vivere questa esperienza da vicino mi ha fatto capire quanto è importante far conoscere attraverso la TV le loro attività, sono uomini che dall’alba al tramonto o nel cuore della notte, mettono la loro vita al servizio dello Stato, la condivisione, la forza di volontà, il loro coraggio passa in modo autentico attraverso il racconto del bravissimo regista Claudio Camarca dal quale ho imparato tanto dal punto di vista professionale e umano. Stargli accanto come assistente e stagista è stato per me un momento di crescita, un grande privilegio, così come ringrazio per l’accoglienza tutto lo staff di Clipper Media e i tecnici. Quello cinematografico è un mondo che mi affascina sempre di più e queste esperienze mi rendono sempre più consapevole della scelta che ho intrapreso e che giorno dopo giorno con studio e passione cerco di realizzare».

LEGGI ANCHE:

“Lo Squadrone”, la serie tv sui Cacciatori presentata a Vibo il 19 marzo

“Cacciatori di Calabria”, in onda su Sky lo speciale dedicato allo Squadrone dei Carabinieri di Vibo