Carattere

Al partenariato ha aderito anche la compagnia aerea Air Dolomiti. La soddisfazione del presidente Sebastiano Caffo

Economia e Lavoro

La Camera di Commercio di Vibo Valentia ha oggi avviato la prima riunione del tavolo tecnico di coordinamento per il partenariato pubblico-privato tra gli attori locali per i distretti turistici. Un tavolo che vede l’adesione di una importante compagnia aerea di valenza internazionale. Si tratta di Air Dolomiti, vincitrice del premio di TripAdvisor  “Travelers’ Choise  2019” per le linee aeree, in quanto al top in Italia per qualità e servizi. “Una presenza sicuramente qualificante per il nascente Distretto turistico – ha commentato il presidente della Camera di Commercio Sebastiano Caffo – che vede così potenziata l’offerta di servizi partendo proprio da quello che assicura un sistema di arrivi/partenze strutturato e ben organizzato”. Sono state in questo senso proficue proprio le relazioni tra il presidente Caffo e Joerg Eberharth, alla guida Air Dolomiti, del gruppo Lufthansa, che si prepara al lancio di un intenso programma di investimenti sul mercato italiano portando ad un potenziamento della flotta, ad un aumento importante del numero delle destinazioni servite, ad un piano di assunzioni sia per personale navigante che di terra, oltre che, novità assoluta in Italia, alla creazione di un’Accademia di volo realizzata in collaborazione con l’Università degli Studi di Verona, il Centro di Addestramento per l’Aviazione di Lufthansa e la European  flight academy (Fly). Con questa importante notizia, il presidente Sebastiano Caffo ha aperto, oggi, la prima riunione del tavolo di coordinamento dei Distretti turistici che ha registrato la presenza, alla Camera di Commercio, di sindaci, enti pubblici, associazioni di categoria, operatori di settore.

“Con oltre 75 adesioni, che danno rappresentatività all’intero territorio provinciale, – ha precisato Caffo- e con la prestigiosa e importante partecipazione di Air Dolomiti, si profila realisticamente la possibilità di dare una svolta organizzativa e gestionale ad un comparto fondamentale per la nostra economia utilizzando le previsioni di una legge regionale mirata proprio a dare premialità a progetti seri e condivisi”. “Il nostro obiettivo - ha sottolineato il segretario generale dell’ente Bruno Calvetta - è fare bene il distretto, senza limitazioni geografiche o territoriali, considerato che, nei piani di investimento regionale, sono proprio le proposte del distretto ad avere carattere prioritario. E’ importante, quindi, una progettualità ponderata, che punti innanzitutto su infrastrutture e collegamenti, soprattutto aeroportuali, in modo da favorire la mobilita”. Il funzionario camerale responsabile dell’area promozione, Maurizio Caruso Frezza, ha introdotto aspetti tecnici relativi alla costituzione dei Distretti turistici coinvolgendo nel dibattito la platea dei presenti, supportata agli interventi di Luisa Caronte e Leo Mercuri - esperti di sviluppo locale ­- che collaborano per la realizzazione del progetto. La prima riunione del tavolo di coordinamento è stata, quindi, utile per raccogliere dati, informazioni, punti di vista per una piattaforma comune che proseguirà nel prossimo incontro già calendarizzato per il 30 aprile. 

Seguici su Facebook