Carattere

Il fatturato dell’azienda nel 2018 supera i 57 milioni di euro. Risultati positivi anche per il primo trimestre 2019 e per l’export: +70 per cento 

Pippo Callipo con i figli
Economia e Lavoro

Callipo Conserve Alimentari continua il trend positivo e chiude il 2018 con un fatturato di 57.350.000 euro, in aumento del 10 per cento rispetto al 2017. «Un incremento a doppia cifra che - si legge in una nota - evidenzia la capacità dell’azienda di presidiare il mercato storico di riferimento delle conserve ittiche ma di ottenere buone performance anche nel settore “non ittico” in cui  l’azienda è entrata nel  2016 con il lancio del brand Callipo Dalla Nostra Terra. Il marchio propone una selezione di composte e confetture con i prodotti tipici del territorio, come la famosa ‘nduja di Spilinga, la composta di cipolla rossa di Tropea Calabria Igp, la Confettura biologica al bergamotto». La crescita del fatturato ed «il contestuale contenimento dei costi derivanti dalla gestione caratteristica, grazie alle politiche aziendali volte ad aumentare l’efficienza dei singoli processi operativi, ed il favorevole andamento dei costi delle materie prime strategiche, hanno comportato nel corso del 2018 un notevole miglioramento degli indicatori economici e patrimoniali - fa sapere l’azienda -. Per quanto riguarda il primo trimestre del 2019 si evidenzia un segno più del 25 per cento, rispetto allo stesso periodo del 2018, con un fatturato di 12 milioni di euro. Tale risultato è principalmente dovuto ad una costante crescita nella linea filetti in vaso di vetro e nelle confetture a marchio Callipo Dalla Nostra Terra che registrano nel loro segmento un aumento del 50 per cento. Positivo anche l’export nel primo trimestre 2019 che vale per il 13.5 per cento del fatturato globale e supera 1,7 milioni, in crescita del 70 per cento. I mercati esteri più interessanti in questo periodo sono stati Libia, Canada e Australia».

LEGGI ANCHEResponsabilità sociale, prestiti per un milione ai dipendenti Callipo

 

In evidenza

Seguici su Facebook