Arriva la prima bevanda al gusto di tonno… ma era un Pesce d’aprile

L’azienda Callipo ha sorpreso e divertito con la finta campagna per il lancio sul mercato dell’energy drink “di mare” aromatizzato all’olio d’oliva e al bergamotto

L’azienda Callipo ha sorpreso e divertito con la finta campagna per il lancio sul mercato dell’energy drink “di mare” aromatizzato all’olio d’oliva e al bergamotto

Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria

 

Informazione pubblicitaria

«Callipo lancia il primo energy drink… al tonno. Sceglilo aromatizzato al Bergamotto di Calabria o alle Clementine». Ma era solo un Pesce d’aprile

La nota azienda di Maierato, produttrice di tonno in scatola, ha raggiunto lo scopo, divertendo e ottenendo visibilità anche sulla stampa nazionale grazie a una martellante (e finta) campagna pubblicitaria lanciata nei giorni scorsi sulle piattaforme social, con tanto di lattina e di slogan: “Un tonno da bere”.

In molti ci hanno creduto, grazie al convincente approccio: «Una nuova esperienza di consumo per un prodotto che mantiene l’elevata qualità che contraddistingue tutti i prodotti dell’azienda ma che rappresenta una novità assoluta». Per rendere tutto più credibile è stato fatto riferimento anche «ai continui investimenti in Ricerca & Sviluppo uniti allo spirito pioneristico che da sempre hanno caratterizzato la storia di oltre 100 anni di Callipo, hanno portato l’azienda calabrese a fare un salto nel futuro: nasce il primo energy drink al tonno».

Infine, un tocco di prodotti tipici, con l’accenno all’olio d’oliva, al bergamotto e alle clementine per aromatizzare i diversi i gusti che sarebbero arrivati sul mercato il 2 aprile, in piena Pasquetta. 

Ce n’era abbastanza per mangiare la foglia, ma in tanti ci hanno creduto, sventolando la bandiera dell’orgoglio calabro e complimentandosi sui social con l’azienda, che ha risposto con puntualità e senso dell’umorismo a tutti i commenti, anche a quelli che esprimevano perplessità e nausea per una bevanda al gusto di tonno e olio di oliva. In molti, però, hanno capito subito che c’era sotto qualcosa, anche per la strana tempistica, ma hanno retto il gioco, chiedendo nuovi prodotti, come il tonno in polvere da sniffare all’occorrenza…