Vibo Marina, il neo vicepresidente della Regione Russo in visita al Nuovo Pignone

Confronto su percorsi comuni per lo sviluppo del territorio e per una panoramica sulle misure pubbliche di sostegno alle grandi imprese

Confronto su percorsi comuni per lo sviluppo del territorio e per una panoramica sulle misure pubbliche di sostegno alle grandi imprese

Informazione pubblicitaria
Foto di gruppo al Nuovo Pignone
Informazione pubblicitaria

Il vicepresidente della Giunta regionale, Francesco Russo, accompagnato da una delegazione regionale, ha visitato lo stabilimento Bhge-Nuovo Pignone di Vibo Valentia. «Questo stabilimento – si legge in un comunicato della Regione – rappresenta un centro di eccellenza globale nella produzione di equipment dell’industria petrolifera; contribuisce allo sviluppo dei profili professionali dell’industria di domani, avvalendosi di proficue partnership con le università, centri di ricerca e scuole; fa leva sulle collaborazioni con le istituzioni locali per lo sviluppo dell’azienda e delle comunità in cui si inserisce. L’incontro – prosegue il comunicato – è stato un momento di conoscenza reciproca importante durante il quale ci si è confrontati sulla possibilità di individuare percorsi comuni sia per lo sviluppo economico del territorio e sia per avere una panoramica delle misure pubbliche di sostegno alle grandi imprese». 

Informazione pubblicitaria

Hanno partecipato all’incontro per la Bhge il responsabile degli stabilimenti produttivi italiani, Ardini, la responsabile degli Affari Istituzionali, Del Sala, il direttore dello stabilimento di Vibo, D’Oriano, il responsabile delle Risorse umane, Mazzeo, e il responsabile della salute e sicurezza, Nania; per la Regione Calabria: il vicepresidente Russo con i dirigenti Calabrò e Iracà; per il Corap Guzzo e Valotta.

I rappresentanti dell’azienda Bhge, si legge ancora, «hanno presentato una panoramica delle attività svolte dall’azienda sia nello stabilimento di Vibo che in quelli presenti nel resto d’Italia, sottolineando anche le prospettive future e la possibilità di instaurare proficue collaborazioni. Il vicepresidente della giunta regionale, nel suo intervento, ha sottolineato l’importanza di due aspetti fondamentali: quello economico-finanziario, collegato alla grande impresa, attraverso dei sistemi di interventi per lo sviluppo dell’attività economica e occupazionale e per la fertilizzazione capillare del territorio; e quello dell’impatto con il territorio in relazione alla collocazione dell’area industriale di Vibo Valentia tra i due porti di Vibo e Gioia Tauro e alla possibilità che lo stabilimento possa interloquire anche con le realtà esterne». Negli interventi dei dirigenti Calabrò e Iracà sono state illustrate tutte le possibilità di ottenere degli investimenti, riservate ai progetti di qualità, sia per quanto riguarda gli strumenti previsti dalla Zes e sia per le procedure specifiche a base regionale. Dopo i momenti di confronto e lo scambio di vedute, si è svolta anche una visita allo stabilimento».