Russo al Nuovo Pignone, Denardo plaude alla visita del neo vicepresidente della Regione

Per il segretario provinciale della Cgil di Vibo Valentia si accende un faro su «una delle aree strategiche dell’industria calabrese. Ora connettere politica, imprese e università»

Per il segretario provinciale della Cgil di Vibo Valentia si accende un faro su «una delle aree strategiche dell’industria calabrese. Ora connettere politica, imprese e università»

Informazione pubblicitaria
Lo stabilimento di Vibo Marina
Informazione pubblicitaria

«“#maipiùvalige”. Basta un semplice hashtag postato da una ragazza neo laureata del Sud per dare un senso profondo alle cose essenziali da fare. Come quelle che, circa un anno fa, dicemmo all’assessore regionale Russo, invitandolo ad una iniziativa della Cgil a Vibo Valentia sui temi dello sviluppo economico e produttivo. E la circostanza fu alquanto intuitiva, perché nel contesto della nostra azione propositiva di un piano per il lavoro, tracciammo un segmento di politiche industriali con il pregevole contributo di una responsabile dello stabilimento vibonese del Nuovo Pignone. Quello che, esattamente oggi, cogliendolo con particolare soddisfazione, abbiamo avuto modo di constatare con la presenza dell’assessore Russo, neo delegato alle attività produttive, il quale ha voluto visitare di persona lo stabilimento di Vibo Marina». 

Informazione pubblicitaria

Ad esprimersi in questi termini è il segretario provinciale della Cgil di Vibo Valentia, Luigi Denardo, commentando favorevolmente la visita nel vicepresidente della Regione Calabria allo storico stabilimento dell’Eni, ora gestito dalla General electric, sito nell’area industriale di Portosalvo e Vibo Marina. «Un fatto importante – lo definisce Denardo -, che toglie dall’isolamento politico una delle aree e degli assi più strategici del perimetro industriale calabrese e che va ben oltre l’insediamento del Nuovo Pignone. Basti pensare all’altro pilastro della tecnologia energetica rappresentato dall’unica struttura del mezzogiorno che abbiamo su Vibo Valentia: l’Eni Progetti. Anche qui auspichiamo che l’assessore abbia presto ad impegnare una visita ed un confronto con il gruppo dirigente della società. Siamo in presenza di due poderose strutture ad alta efficienza innovativa che hanno bisogno di contestualizzare il territorio, con le enormi potenzialità di intelligenze e risorse umane, indispensabili alle imprese ed al territorio. “#maipiùvalige” non è un miraggio, la speranza di una straordinaria giovane ragazza, come tante della nostra terra, è la capacità di lavorare su ciò che abbiamo, riuscendo a connettere interattivamente la politica, l’impresa e l’eccellenza universitaria calabrese». 

LEGGI ANCHE:

Vibo Marina, il neo vicepresidente della Regione Russo in visita al Nuovo Pignone