Cosap a Vibo, per gli ambulanti morosi in arrivo la rateizzazione

A renderlo noto l’assessore comunale alle attività produttive Francesco Pascale: «Segnale di forte attenzione per gli addetti al settore»

A renderlo noto l’assessore comunale alle attività produttive Francesco Pascale: «Segnale di forte attenzione per gli addetti al settore»

Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria

I commercianti ambulanti che frequentano i mercati settimanali della città e che versano in situazione di morosità nei confronti del Comune di Vibo Valentia, relativamente al pagamento del Canone per l’occupazione di spazi ed aree pubbliche (Cosap), avranno la possibilità di dilazionare i relativi pagamenti delle loro incombenze e regolarizzare così la loro posizione senza incorrere in sanzioni. Lo rende noto l’assessore alle Attività produttive Francesco Pascale il quale, lo scorso 8 maggio, ha organizzato un incontro a Palazzo Luigi Razza al quale hanno partecipato i rappresentanti della categoria commerciale Salvatore Alessandria e Giuseppe D’Andrea (Confcommercio), il dirigente del settore tributi Filippo Nesci, il titolare di posizione organizzativa dell’Ufficio tributi Domenico Mobilio ed i geometri comunali Domenico Staropoli (Ufficio tributi) e Renato Moschella (Ufficio Commercio-Cosap).

Informazione pubblicitaria

«E’ un segnale forte dell’attenzione che come amministrazione comunale abbiamo voluto riservare ai commercianti ambulanti frequentanti i mercati settimanali della città, consci della crisi economica che attanaglia il settore – ha dichiarato il delegato al Commercio dell’esecutivo Costa -. Nonostante la situazione economica finanziaria dell’Ente non sia delle migliori, siamo convinti – ha aggiunto l’assessore – di aver concluso un accordo che in definitiva non può che essere considerato positivo sia per i commercianti interessati che per il Comune di Vibo».

L’intesa riguarda le annualità 2016 e 2018, mentre per gli anni pregressi sono stati già emessi da parte dell’ufficio gli atti consequenziali al recupero coatto delle somme. Nel corso dell’incontro, tuttavia, si è concordato che anche per le somme dovute, con riferimento agli anni pregressi, l’amministrazione comunale potrebbe valutare casi particolari per una possibile dilazione di pagamento. Il termine ultimo per effettuare i versamenti, per come stabilito con deliberazione di Giunta, è fissato per il 31 dicembre 2018 e il mancato versamento anche di una delle sole rate stabilite dal piano di rateizzazione comporterà da parte dell’ufficio di assumere le determinazioni per lo sgombero. Compiacimento per l’accordo è stato espresso anche dal sindaco Elio Costa.